Crisi idrica Montestella, c’è il bando Consac per realizzare potabilizzatore e condotta

di Marianna Vallone

Una nuova linea di “potabilizzazione” da realizzare come ampliamento dell’impianto esistente di Casalvelino, che dovrà garantire una produzione di 10 litri di acqua al secondo. Con questa si realizzerà anche una condotta idrica in pressione per l’adduzione dei medesimi 10 litri al secondo a beneficio del versante est dell’acquedotto “Montestella”. Nell’intervento, inoltre, è prevista la sostituzione della parte obsoleta delle condotte di distribuzione a servizio delle aree rurali di Caselle, Droro, Lacco etc.

E’ quanto previsto nel bando di gara per l’opera – finanziata dalla Regione Campania e voluta da Consac Gestioni Idriche Spa in sinergia con i Comuni di Stella Cilento, Omignano e Sessa Cilento – che è stato pubblicato sul sito www.consac.it. L’importo complessivo dell’appalto è di 590.272,19 euro (oltre Iva). Le offerte da parte delle imprese concorrenti vanno presentate entro il 7 dicembre. Con l’inizio del 2021 potranno essere consegnati i lavori, da ultimarsi entro la fine della primavera (180 giorni), per essere pronti quando la risorsa idrica integrativa sarà necessaria.

Con quest’opera sarà assicurata ai Comuni di Omignano, Stella Cilento e Sessa Cilento la quota di acqua potabile che, in aggiunta a quella già fornita da Asis, potrà finalmente risolvere i gravi problemi (dallo stop all’erogazione in alcune ore del giorno e della notte alle turnazioni, etc.) dovuti alla scarsità della risorsa idrica.

«Si è sviluppata – commenta il presidente di Consac, Gennaro Maione –  una importante e fattiva collaborazione con gli amministratori dell’area (Stella Cilento, Sessa Cilento ed Omignano). La sinergia istituzionale con i Sindaci interessati, ha consentito di individuare le principali criticità e di approntare un intervento finalmente risolutivo. Alle opere realizzate nel mese di giugno, che hanno apportato sensibili benefici soprattutto al Comune di Stella, si aggiunge il presente progetto che andrà a beneficio anche del Comune di Omignano, più volte nel corso degli anni costretto a subire disagi».

©Riproduzione riservata