Criticità negli ambienti di lavoro, a Camerota comparto turistico a confronto su misure di sicurezza

di Antonio Vuolo — Si è svolto ieri, all’interno dell’’ufficio comunale “La perla del Cilento” di Camerota, un incontro organizzato per fare il punto sulle criticità riscontrate dai titolari delle attività ricettive e balneari nell’applicazione delle misure di sicurezza, durante il periodo di afflusso turistico. L’iniziativa si è tenuta su impulso della Delegazione Confcommercio Costa Cilento Sud, nel collegio territoriale Camerota, Centola, Pollica, San Giovanni a Piro, rappresentato da Sandro Legato, insieme ai membri Francesco Esposito, Federico Iannaccone, Antonio di Siervo, Massimo Isacco e al delegato SIB Luigi Cusati.

Tutti d’accordo sull’importanza di fare rete, attraverso un’associazione di categoria che si faccia carico dei problemi da prendere in esame, con le dovute risoluzioni: “Bisogna dare delle risposte concrete alle imprese” – sottolinea Sandro Legato che, in qualità di coordinatore Confcommercio Costa Cilento Sud, ha aperto i lavori. Gli fa eco Ruggiero Brogna, funzionario Confcommercio Campania, nella sede di Salerno: “Trovo sia necessario, da parte nostra, predisporre agli esercenti i servizi tecnici in materia di igiene, salute e sicurezza, per venire incontro alle esigenze degli imprenditori che, da soli, non possono farcela”.

A prendere la parola, in rappresentanza dell’Ispettorato Territoriale del Lavoro di Salerno, Vito Caputo che, nell’illustrare le attività dell’ente, aggiunge: “Nell’osservanza delle check list di controllo, operiamo con il buon senso degli ispettori, sempre consapevoli delle difficoltà di applicazione di alcuni aspetti della normativa nelle aziende più piccole”. A seguire nel dibattito, il sindaco di Camerota, Mario Salvatore Scarpitta: “Ringrazio il collegio per la linea intrapresa di proattività rivolta alle istituzioni e agli organismi di controllo, finalizzata ad instaurare un rapporto costante di condivisione e di crescita. Queste azioni di confronto consentono di innalzare la qualità di tutto il comparto turistico”. Dal Comune di Centola e di San Giovanni a Piro, rispettivamente Cristiano Melucci e Giovanni De Martino si rendono disponibile ad una collaborazione futura con il coordinatore territoriale, affermando: “Resta fondamentale la sinergia con gli organi di controllo, al fine di tutelare gli imprenditori locali mettendoli nelle condizioni di approfondire i temi cruciali per garantire la prevenzione delle proprie attività”.

Dello stesso avviso è Dino Cerrato che, chimico esperto in sicurezza alimentare nell’ambito del centro assistenza tecnica di Confcommercio, nel suo intervento ribadisce l’importanza dell’unione tra imprenditori, tecnici, amministrazioni ed organi di controllo, allo scopo di facilitare il lavoro dei consulenti per un buon operato. Il coordinatore Sandro Legato, infine, nel ringraziare i presenti per la strenua partecipazione, nonostante il periodo di intenso lavoro, conclude: “Consapevole che l’incontro odierno rappresenti solo l’inizio di un confronto che dovrà necessariamente proseguire dopo la conclusione della stagione estiva, allargando il tavolo di lavoro a tutti gli organi di controllo, per far sì di instaurare un dialogo costruttivo e costante orientato alla prevenzione negli ambienti di lavoro”.

RIPRODUZIONE RISERVATA