English key – Parla l’Inglese e parlerai con tutto il mondo

di Vince Esposito

“English key – parla l’Inglese e parlerai con tutto il mondo” è un corso sperimentale di perfezionamento della lingua inglese, promosso dalla Fondazione Alario per Elea-Velia onlus, ente di cultura sito in Ascea, e condotto da docenti americani secondo il metodo del role playing. “English key” si articola in una serie di mini-corsi finalizzati all’acquisizione pratica e diretta dell’inglese in determinati ambiti disciplinari (ambiente, economia, lavoro e turismo, tecniche di pronto soccorso), al fine di garantire una maggiore qualificazione e specializzazione dei fruitori del progetto e delle professionalità presenti nel Cilento.
L’iniziativa nasce da un’idea del prof. Pasquale D’Onofrio, responsabile scientifico del progetto, docente americano che da alcuni anni si impegna, con passione e dedizione, nella valorizzazione del territorio cilentano, auspicando di istituire una partership continua e diretta tra le Università americane e la Fondazione Alario, che potrebbe diventare in tal modo un centro direttivo di coordinamento e di riferimento per tutti coloro che intendono trascorrere un periodo di internship o master negli USA.
Il corso, per questo primo anno completamente gratuito, si è rivolto ad un pubblico di 15 persone, selezionato in base a requisiti specifici (conoscenza base della lingua inglese, reddito ISEE uguale o inferiore a 7.500,00£ per il 60% della classe, residenza in uno dei Comuni del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano), che si compone di studenti delle scuole superiori di II grado, studenti universitari e liberi professionisti o dipendenti che per esigenze lavorative desiderano avere maggiore dimestichezza con la lingua inglese.
Le lezioni del primo mini-corso, “Emergency care”, finalizzato all’acquisizione pratica della lingua inglese nello specifico settore disciplinare del “Pronto Soccorso”, sono iniziate nel mese di novembre 2010, presso la Fondazione Alario per Elea-Velia onlus, e sono state tenute dal prof. Pasquale D’Onofrio e dal prof. americano Aaron J. Harper, dirigente del Belmont Abbey College (Charlotte, North Carolina), attraverso una full immersion di circa tre ore giornaliere. Il suddetto mini-corso si è ufficialmente concluso lo scorso martedì 11 gennaio, con il superamento, da parte di tutti i partecipanti del progetto, di un esame specifico sui contenuti delle lezioni seguite.    
Il secondo mini-corso, “Travel and Tourism”, rivolto ai delicati ambiti del turismo e del lavoro nella società contemporanea, con una particolare attenzione al territorio cilentano, inizierà il prossimo lunedì 24 gennaio e vedrà la partecipazione di una nuova docente americana, la prof.ssa Brown.
Gli altri mini-corsi previsti nell’ambito del progetto, sempre condotti da professori madrelingua e diretti a settori culturali e lavorativi specifici, continueranno fino al mese di giugno 2011 e saranno seguiti, per gli studenti più meritevoli, da un periodo di internship (alternanza di momenti di studio/lavoro) presso una High School o Università americana, con eventuale stage presso le aziende o gli enti americani che hanno aderito al progetto.
Per l’annualità 2011-2012 la Fondazione Alario intende organizzare nuovi corsi intensivi di lingua inglese, indirizzati ad ambiti professionali specifici, e corsi per la preparazione e il superamento del TOEFL, un esame di lingua computerizzato che misura accuratamente la conoscenza dell’inglese nord-americano a livello accademico.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019