Cumuli di rifiuti per strada, è caos. Assessore tranquillizza: «Pronti alle multe e alla bonifica»

E’ caos rifiuti a Capaccio. La ditta Sarim addetta al servizio di raccolta, coordinata dall’assessorato all’Ambiente, è intervenuta in questi giorni nei punti in cui si sono verificate delle criticità relative ad episodi di abbandono incontrollato di rifiuti che avevano creato altrettante microdiscariche sul territorio comunale. Via Poseidonia, via dei Terzi, via Quistione II, via Foce Sele, l’Area Sic di Foce Sele, località Terzerie al confine tra il comune di Capaccio e quello di Giungano. Queste le zone nelle quali il personale addetto ha effettuato le operazioni di rimozione di cumuli di rifiuti abbandonati. «L’impegno è quotidiano – ha spiegato Crescenzio Franco, assessore all’Ambiente – e si fa i tutto per tenere pulito un territorio così vasto. Da molte settimane è in campo una stretta sinergia tra l’assessorato, la Sarim e la polizia locale che sta giornalmente elevando sanzioni per colpire gli incivili. Stiamo intervenendo – continua Franco – con celerità ovunque si verifichino problemi. Tuttavia non è facile monitorare tutti i comportamenti inappropriati considerata l’estensione del nostro territorio comunale. Noi facciamo e faremo del nostro meglio ma allo stesso tempo ci appelliamo al senso civico di tanti cittadini, visitatori e turisti», conclude. Già nelle passate settimane si era intervenuto su via dei Terzi, via Nobel, via Molino di Mare, via Provinciale per Giungano, via Linora, via della Giungaia, Torre di Mare (vicino plesso scolastico), via Gaiarda, via Spinazzo, via Quistione II, via Pagliaio della Madonna.

©Riproduzione riservata