• Home
  • Cronaca
  • Camerota: Rete e coltello ok, stop alla musica dopo la mezzanotte. Regole di buon costume secondo i punti di vista di alcuni sindaci d’Italia

Camerota: Rete e coltello ok, stop alla musica dopo la mezzanotte. Regole di buon costume secondo i punti di vista di alcuni sindaci d’Italia

di Redazione

Lungo gli scogli del litorale di Camerota, la caccia si è aperta alla creatura granchio, da parte dei turisti, adulti e bambini, che armati di rete, coltello e maschera subacquea lentamente e capillarmente visitano ogni anfratto di scoglio. il granchio più ricercato è quello peloso, anche neonato, non si fa caso alle dimensioni, per un buon sugo da preparare per cena. L’occhio più sensibile, che vede questa scena di accanimento contro una tra le creature più schive del mondo marino, soffre e pensa alla moria dei granchi. E pensa alle autorità, su quest’argomento assenti. Chi deve tutelare l’equilibrio ambientale di una fra le nature più belle del Cilento? Leggendo notizie sulle varie ordinanze dei sindaci d’Italia si nota che a Eraclea (Venezia) i bambini non possono portare in spiaggia secchiello e paletta, nè scavare buche, nè raccogliere conchiglie…Fra i 556 nuovi divieti che si leggono sulle varie ordinanze, si è menzionato insieme a Milano Marittima e a Cervia lo stop alla musica di Marina di Camerota. Quasi fosse un elenco da guinnes dei primati sulle regole del "buon costume". Niente zoccoli per passeggiare al centro di positano e a Capri, sdraiarsi nelle aiuole ad Albisola Marina, per altri comuni ancora: divieto per i pic-nic in riva al mare, girare a petto nudo, in bikini, sedersi sul bordo delle fontane, ecc…556 nuove ordinanze, che i sindaci hanno definito secondo il loro personale punto di vista, ma di lotta contro lo sterminio di granchi nulla…

 

©Riproduzione riservata



Articolo Precedente
Cilento terra di sapori

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019