• Home
  • Senza categoria
  • Dalla Regione altri fondi al Gal Cilento Regeneratio per circa 1 mln di euro

Dalla Regione altri fondi al Gal Cilento Regeneratio per circa 1 mln di euro

di Marianna Vallone

Nuovi fondi per il GAL Cilento Regeneratio. Il lavoro degli uffici ha portato a presentare alla Regione Campania un atto aggiuntivo di progettazione rispetto ad alcune misure, ricevendo l’ammissibilità da parte dell’Ente regionale. Le nuove progettazioni riguardano le misure 6.2.1, 7.6.1, 4.4.1, 16.1.1, con una maggiorazione della dotazione finanziaria di circa 1 milione di euro. Per le stesse già sono stati programmati e finanziati progetti nella passata programmazione 2014-2020 e questi ulteriori fondi daranno nuove opportunità a soggetti privati e pubblici. 

«E’ importante – spiega Gabriele De Marco, nuovo presidente del GAL Cilento – ricevere nuovi fondi. Stiamo già iniziando la promozione delle misure che è possibile finanziare, le quali potranno dare nuove possibilità ai nostri concittadini e al territorio. Andiamo avanti nel percorso virtuoso finora tracciato».

«E’ un risultato importante – afferma Luca Cerretani, coordinatore del GAL Cilento Regeneratio – l’approvazione dell’atto aggiuntivo, che andrà ad aumentare la dotazione finanziaria avuta nella passata programmazione relativa alla strategia “I borghi della dieta mediterranea”. Quindi ci saranno altre possibilità che favoriranno la nascita di nuove aziende, attività di ristrutturazione e piccoli interventi nei comuni soci del GAL». 

©Riproduzione riservata




A Cura di

Marianna Vallone

Giornalista per professione e comunicatrice per passione, sono alla continua ricerca di storie da raccontare e tramonti da immortalare. Nata sulla costa di Maratea ma morigeratese da sette generazioni. Vivo nel cuore verde del Cilento e sono felice. Faccio domande anche quando conosco le risposte, perché continuo a pensare che l’essere umano sia il viaggio più bello da fare.
Tutti gli articoli di Marianna Vallone

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019