Delibere «irreperibili» a Caselle in Pittari, sindaco sbotta: «Totale trasparenza di giunta»

Dopo le forti polemiche scatenate dalla minoranza comunale sulla «mancata reperibilità di sei delibere di giunta dell’anno 2014», il sindaco Maurizio Tancredi ha chiarito a mezzo stampa «che l’operato della giunta comunale è stato assolutamente corretto sotto il profilo giuridico ed amministrativo. – si legge nella nota – Infatti le delibere in questione sono state regolarmente adottate in giunta sulla base delle proposte fatte dai responsabili degli uffici preposti, come è possibile evincere dai documenti ufficiali utilizzati dalla giunta, debitamente firmati e datati». Quello che il gruppo d’opposizione denunciava era «la non reperibilità di atti amministrativi e la mancata pubblicazione degli stessi» contestando «il comportamento assunto dall’organo esecutivo perché è venuto meno il principio cardine dell’amministrazione pubblica che è quello della trasparenza e della visibilità degli atti».

L’amministrazione, dal canto suo, si difende dalla accuse e fa sapere che «la trasformazione delle determinazioni dell’organo politico in atti amministrativi compiuti (redazione, pubblicazione e conservazione delle delibere) è di esclusiva pertinenza del Segretario comunale e dei Funzionari preposti, così come previsto dalle vigenti norme in materia. Gli atti deliberativi di cui si parla, – sottolinea Tancredi – trattanti tra l’altro di argomenti di ordinaria amministrazione, verranno riadottati, riconfermando quanto già assunto a suo tempo in giunta. In tal modo verrà sanata una mancanza che assolutamente non è imputabile all’attività della giunta». 

Nella nota il sindaco assocura che «accertate le responsabilità connesse con la vicenda, si riserva di adottare i dovuti e consequenziali provvedimenti disciplinari» perché – scrive – questa amministrazione ha sempre messo a disposizione della minoranza tutti gli atti richiesti. Siamo di fronte all’ennesima tempesta in un bicchier d’acqua scatenata dal gruppo di opposizione che continua nel suo atteggiamento di tendenziosa mistificazione della realtà che ha come unico effetto il mantenimento di un clima da campagna elettorale, che sicuramente non giova alla serenità della nostra comunità». E conclude: «Questa amministrazione ha sempre fatto della trasparenza e dell’onestà elementi imprescindibili della propria azione amministrativa che da oltre un decennio costituiscono un chiaro punto di rottura con il passato».

©Riproduzione riservata