Di Maio a Salerno: «Rispetto per Venezia ma mezza Italia è sott’acqua»

336
Infante viaggi

«Non andremo con De Luca, anche se sta provando a corteggiarci a più non posso. Per quanto mi riguarda abbiamo una grande occasione in questo momento: aggregare tutte le realtà civili come sindaci e gruppi, che fanno in questa regione le battaglie importanti». Così Luigi Di Maio, capo politico del Movimento 5 Stelle, questo pomeriggio, in visita a Salerno a margine dell’incontro con gli attivisti. 

«Non è un momento semplice, sono stati mesi difficilissimi, siamo stati troppo chiusi nei Palazzi, nei ministeri, soprattutto io. Ma non voglio che si perda il contatto con il territorio, fa molto bene, e questi due giorni in Campania per me sono stati come una boccata d’ossigeno», ha aggiunto Di Maio, che guarda al futuro: «Abbiamo tante aspettative ancora da risolvere, tanti obiettivi da raggiungere». Anche per questo, sottolinea, «non vedo l’ora che il 15 dicembre nasca il ‘team del futuro’, che già state magari anche criticando, ma è una rivoluzione, un organo di circa 20 persone elette da voi. Con una nuova organizzazione – conclude – possiamo riprenderci».

Il ministro degli Affari Esteri ha parlato di emergenze, di quella di Ilva, e di quella legata al maltempo degli ultimi giorni che ha messo ko diverse province d’Italia.

  • Petrolfer srl
  • Scait consulenza alle imprese

«Tutta l’Italia è sott’acqua, da Nord a Sud. – ha detto – Massimo rispetto per i veneziani ma non dimentichiamo Matera, il Siracusano, la Calabria, la Campania, la Puglia». Nel corso dell’incontro con gli attivisti salernitani al Mediterranea Hotel ha poi aggiunto: «E’ bene accendere i riflettori su questi territori, affinché ci sia la giusta attenzione, anche da parte di alcuni media».

Guarda il video della diretta


©Riproduzione riservata

  • Assicurazioni Assitur
  • Petrolfer srl