Dipendenti senza stipendio, proclamato stato di agitazione: «Promesse non mantenute»

Infante viaggi

Promesse non mantenute sulla regolarità degli stipendi. Per questo motivo i sindacati hanno deciso di proclamare, venerdì mattina, lo stato di agitazione per i dipendenti dell’Istituto clinico mediterraneo di Agropoli, ex clinica Malzoni, che attendono la tredicesima mensilità e lo stipendio di gennaio 2016. «Ci hanno fatto tante promesse, tra cui quella di impegnarsi a pagare la tredicesima entro 15 giorni e infine la regolarità dello stipendio, ma non hanno mantenuto nulla», spiega un dipendente della casa di cura privata di Agropoli. Dunque, i problemi per loro non sono finiti neppure con il passaggio della clinica al gruppo Icm. Il segretario provinciale della Cgil, Angelo di Giacomo, nei giorni scorsi, con una nota, aveva fatto sapere che se l’Istituto non avesse mantenuto le promesse fatte, il sindacato avrebbe agito di conseguenza. E così è stato. Anche perché a non ricevere lo stipendio, ci sono anche tre dipendenti di una cooperativa che collabora con l’Istituto, in cucina, che non percepiscono salario da cinque mesi. I sindacati hanno atteso risposte da parte della società ma nulla di fatto, per cui stamattina hanno proclamato lo stato di agitazione e inviato al Prefetto di Salerno e al sindaco di Agropoli, il testo del documento in cui hanno manifestato preoccupazione. Previsti disagi per la prossima settimana.

  • assicurazioni assitur

©Riproduzione riservata

  • Lido La Torre Palinuro
  • Lido Urlamare Palinuro
  • assicurazioni assitur