Diritto allo studio, Castellabate si dota di un nuovo regolamento

di Antonio Vuolo

L’Amministrazione comunale, con delibera del Consiglio Comunale, ha approvato il testo del nuovo regolamento al fine di migliorare l’organizzazione dei servizi scolastici e garantire una parità di accesso a coloro che siano impediti da difficoltà di carattere economico, sociale e culturale attraverso azioni mirate e agevolazioni. Tale documento disciplina gli interventi e le azioni volte a promuovere le condizioni per l’effettiva generalizzazione del diritto allo studio negli ordini di scuola di competenza del Comune.

Nel dettaglio i punti principali riguardano gli aspetti dell’organizzazione dei servizi gestiti dall’Ente, quali il trasporto scolastico, la mensa scolastica, le attività estive e gli interventi per favorire il diritto allo studio come la fornitura gratuita dei libri di testo, bandi specifici, i contributi per l’acquisto di materiale didattico. Per quanto riguarda il trasporto scolastico, ad esempio, sono stati allungati i tempi per la richiesta, che sarà conclusa entro il 31 luglio di ogni anno, in modo tale da poter definire in anticipo quelle che saranno le corse effettivamente richieste dai genitori, inoltre si è stabilito di dare la possibilità di pagare il servizio in modo bimestrale, e non più annuale, per dare la possibilità alle famiglie di beneficiare effettivamente soltanto del periodo richiesto. Inoltre, per garantire un’equità affinché anche i bambini diversamente abili possano usufruire del trasporto è stata prevista un’esenzione per tali categorie.

Per quanto riguarda la mensa scolastica, come già istituito nel 2019 in via sperimentale, si è confermato un aiuto a sostegno delle famiglie con delle esenzioni a seconda dell’ISEE in due scaglioni, e inoltre si è pensato di dotare anche il Centro estivo della possibilità di erogazione in sede dei pasti. Per la fornitura dei libri di testo si continua con la dematerializzazione delle cedole librarie che ora sono digitali, con un’esenzione per l’acquisto dei libri totale o parziale, sempre a seconda dell’ISEE. «La scuola è un diritto fondamentale, abbiamo quindi ritenuto opportuno continuare sulla strada tracciata finora per garantire sempre maggiori e migliori servizi a favore di alunni e famiglie assecondando le esigenze di tutti, soprattutto delle categorie più fragili, premiando sempre il merito e le buone pratiche», ha dichiarato l’assessore alla Pubblica Istruzione, Elisabetta Martuscelli, in merito all’approvazione.

©Riproduzione riservata




A Cura di

Antonio Vuolo

Giornalista e comunicatore per passione e per professione da ormai oltre 10 anni, se non ho perso il conto. Il segreto? Avere dentro di sé sempre la stessa curiosità di un bambino. Mi appassionano i temi legati soprattutto alle questioni di attualità, allo sport, al territorio. Quando non sto con una penna in mano o una telecamera davanti, potete “trovarmi” in giro in qualche angolo del Cilento o del mondo, oppure più semplicemente in un bar a sorseggiare un calice di vino con gli amici.
Tutti gli articoli di Antonio Vuolo

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019