• Home
  • Politica
  • Alleanza tra mondo dello sport e sociale. Oltre 37 milioni di euro per gli impianti sportivi

Alleanza tra mondo dello sport e sociale. Oltre 37 milioni di euro per gli impianti sportivi

di Maria Antonia Coppola

E’ stato approvato in VI Commissione regionale il disegno di legge per la promozione e lo sviluppo della pratica sportiva e delle attività motorio-ricreative.
L’organismo consiliare, presieduto da Francesco Casillo, ha licenziato all’unanimità il disegno di legge proposto dall’assessore allo sport Alfonsina De Felice su "interventi per la promozione e lo sviluppo della pratica sportiva e delle attività motorio-ricreative".

Il disegno di legge in oggetto trova il proprio fondamento normativo nell’art. 117 della Costituzione che pone l’ordinamento sportivo tra le materie di competenza legislativa concorrente. Con questa legge la Regione intende intervenire per garantire la presenza e la distribuzione sul territorio di impianti e attrezzature sportive e la promozione di iniziative ed eventi sportivi.

"Il disegno di legge abroga una delle più "datate" leggi regionali sullo sport, tenendo conto dei nuovi contesti socio-sportivi, delle proposte arrivate dalle associazioni competenti e coniuga le attività sportive come attività sociali e di prevenzione al disagio sociale.
La partecipazione all’attività motoria – secondo De Felice – rappresenta un forte momento di aggregazione sociale e lotta all’esclusione, un importante strumento per prevenire e contrastare i fenomeni di emarginazione e devianza".

Il disegno di legge pone particolare attenzione all’utilizzo di tecnologie tese al risparmio energetico, allo sfruttamento di energie alternative e all’abbattimento delle barriere architettoniche.
La giunta regionale della Campania, su proposta dell’assessore allo Sport Alfonsina De Felice, ha approvato una delibera che finanzia la ristrutturazione di impianti sportivi, la progettazione e la costruzione di nuove strutture e la progettazione di "playground", campetti di gioco all’aperto.

Le risorse messe a disposizione dal provvedimento ammontano a 37 milioni e mezzo di euro.
Le somme potranno essere richieste dai comuni per:

    * riattivare impianti in disuso;
    * costruire  nuove strutture ed attrezzature  da progettare in zone ad alto rischio di emarginazione, al fine di rendere più incisivo l’intervento regionale nella prevenzione dei fenomeni di devianza giovanile attraverso la pratica sportiva e i valori positivi che essa trasmette.

"Si tratta – dichiara  l’assessore De Felice – di un provvedimento molto atteso che mette in circolo risorse utili a rilanciare e accrescere  l’impiantistica sportiva di una regione che ha dato e continua a dare risultati importanti nelle competizioni nazionali ed internazionali.

"Inoltre questo intervento – continua l’assessore – rafforza l’alleanza fra i mondi dello sport e del sociale perché si propone di dare opportunità di svago e di competizione nei quartieri che maggiormente subiscono il disagio sociale.

"Puntiamo molto – conclude la De Felice – sulla nascita dei "playground", i campetti di quartiere all’aperto, dove i giovani potranno allenarsi anche con professionisti. Chiederemo, infatti, alle federazioni collaborazione per divulgare, organizzando partite e tornei, i valori della sana competizione e del rispetto delle regole".


©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019