• Home
  • Attualità
  • Docufilm su Angelo Vassallo, Ettore Bassi: «Per realizzarlo abbiamo bisogno di tutti»

Docufilm su Angelo Vassallo, Ettore Bassi: «Per realizzarlo abbiamo bisogno di tutti»

di Redazione

Il docufilm racconterà Angelo Vassallo, nella sua veste più inedita, nel suo essere uomo e cittadino prima che sindaco, e sarà sostenuto dalla raccolta fondi, avviata dalla Fondazione Vassallo, per realizzare in modo indipendente il movie sulla vita e la vicenda del sindaco di Pollica, Angelo Vassallo, ucciso nel 2010 ad Acciaroli da mano che risulta ancora ignota. Un progetto che vede tra gli interpreti anche l’attore Ettore Bassi che darà voce a Vassallo.

Bassi ha portato la storia del sindaco cilentano ucciso in un agguato anche sui palcoscenici teatrali italiani con lo spettacolo «Il sindaco pescatore».

«Intrecci politici, inchieste giudiziarie, tutto questo verrà raccontato in questo importantissimo progetto, in una ambiziosissima idea, nata dalla volontà della Fondazione Vassallo e di tutti noi, tante persone che hanno conosciuto Angelo, che hanno lavorato con lui e lo hanno frequentato. – ha commentato Ettore Bassi – E’ un progetto che vogliamo assolutamente realizzare e per poterlo fare abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti voi, tante gocce possono formare un mare, insieme faremo un mare bellissimo di legalità, giustizia e bellezza. Ancora crediamo che questo Paese possa diventare un paese bello dove vivere, noi ci crediamo, credeteci anche voi».

«È un progetto “folle”, ambizioso, ma sono convinto che possiamo farcela, come sempre, tutti insieme. Questo lavoro vedrà la partecipazione di tanti professionisti del mondo del cinema e della comunicazione che metteranno la propria professione al servizio di una “giusta causa” – sottolinea Dario Vassallo, presidente della Fondazione Angelo Vassallo Sindaco Pescatore – Ringraziamo tutti gli italiani per la comprensione e la condivisione di questa “follia”».

Per contribuire clicca qui

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019