Don Gianni torna ospite a Storie su Raiuno, in studio anche l’ex seminarista che ha denunciato abusi

Infante viaggi

di Marianna Vallone

Gianbruno Cecchin ha trovato la forza di denunciare gli abusi sessuali e le vessazioni che avrebbe subito da due preti durante gli anni in seminario a Treviso. Il 48enne, professore universitario veneto, di Padova, ha raccontato a Storie Italiane, il programma condotto da Eleonora Daniele su Raiuno, il trauma che da quando era un 20enne con la vocazione del sacerdozio lo perseguita.

Ad ascoltare la lunga denuncia di Cecchin sono gli ospiti invitati in studio dalla Daniele, tra cui anche Don Gianni Citro, fondatore del Meeting del Mare e parroco di Marina di Camerota, invitato in trasmissione anche la settimana scorsa per parlare di giovani e musica.

Questa volta la conduttrice lo ha voluto al suo fianco per esprimere il suo pensiero sul racconto del professore Gianbruno Cecchin che nella sua lettera d’accusa inviata al vescovo di Treviso e per conoscenza anche a Papa Francesco, denuncia gli abusi sessuali che sarebbero stati commessi da due parroci nei sui confronti a Treviso tra il 1990 e 91. Nello specifico il parroco cilentano è intervenuto dopo che l’inviata della trasmissione si è recata nel paese di uno dei due preti accusati che ha deciso di parlare alla sua comunità dicendo di «essere sereno» sulle accuse mosse dall’ex seminarista.

  • assicurazioni assitur

«Il prete non è un uomo privato. – ha detto don Gianni – Se si è sollevato questo polverone sulla sua persona ha avuto il dovere e compito sacrosanto di spiegare qualcosa alla comunità. Poi magari è colpevole. Ma noi non siamo un tribunale; abbiamo un rispetto enorme per la tua storia. – dice rivolgendosi al professore – Stiamo entrando in punta di piedi nella tua storia perché è umanamente delicatissima. Il prete però non è un uomo privato. – ribadisce – La vita del prete appartiene alla comunità».

Poi sul fatto che il professore sostenga che il parroco che ha abusato di lui negli anni ’90 avrebbe abusato anche di altri seminaristi. «Sono accuse gravissime – dice don Gianni – Credo che i vescovo abbia avuto delle serie difficoltà. La tua non è una storia isolata. I vescovi si trovano spesso di fronte a vicende molto scottanti e spesso non sanno come comportarsi anche perché tantissime storie sono vere al cento per cento ed altre sono traballanti e più strane. Quindi – conclude – comprendo la grande difficoltà dei pastori davanti a problemi così delicati».

©Riproduzione riservata

assicurazioni assitur