Donatori in piazza in Cilento: «Dona con amore il tuo sangue a San Valentino»

Procede senza sosta la battaglia per gli approvvigionamenti di sangue nel Cilento. Dopo l’emergenza estiva, rientrata grazie allo sforzo congiunto di Asl e l’associazione donatori volontari, per il giorno di San Valentino i membri di Dvc (donatori volontari Cilento) scendono di nuovo in piazza. Domenica 14 febbraio, infatti, dalle ore 8.30 alle 12:00 presso gli ospedali di Vallo della Lucania, Sapri e Roccadaspide sarà possibile donare nell’ambito dell’iniziativa nazionale «Dona con amore», promossa e organizzata da Donation Italia.

Un’emergenza, quella della carenza di sangue, causata dalle recenti normative regionali che vietano la raccolta al di fuori dei centri accreditati che nel Cilento sono carenti. Solo negli ospedali e nel centro Avis di Agropoli è possibile prelevare il sangue dai donatori, prima che la normativa fosse emanata le raccolte venivano organizzate in ogni paese dalle associazioni. «Venerdì ci sarà a Salerno una riunione con il presidente della Regione per far ripristinare nuovamente, nei comuni distanti dagli ospedali, la raccolta che si faceva una volta perché questi donatori non vengono più a donare negli ospedali. – spiega Antonio Casale, presidente Dvc -. Pur mettendo a disposizione un pullman a spese dell’associazione comunque non vengono proprio perché è distante quando invece andavamo noi a raccogliere era tutta un’altra cosa».

Casale spiega che i saut, sparsi un po’ ovunque nel Cilento, sono come dei piccoli ospedali dove sarebbe possibile fare raccolta essendo questi centri più radicati nei territori. «Nell’ultimo trimestre i donatori sono aumentati – conclude Casale -. Siamo arrivati sui 300 a Sapri, 300 a Vallo e so che stanno andando anche a Roccadaspide ma abbiamo perso quelli che già donavano».

©Riproduzione riservata