E’ l’ospedale di Sapri il migliore centro di raccolta per la donazione del cordone ombelicale

di Maria Emilia Cobucci

È il migliore centro di raccolta del 2020 in Campania per la donazione del cordone ombelicale. Si tratta nello specifico dell’ospedale “Immacolata” di Sapri definito dalla Fondazione Pausilipon uno dei nosocomi più virtuosi per la raccolta del sangue del cordone ombelicale, fondamentale per ricerca scientifica effettuata tramite le cellule staminali.

Un importante riconoscimento reso possibile grazie al lavoro incessante svolto presso il nosocomio saprese dai medici, dal personale ospedaliero e dai volontari della Croce Rossa Italiana che si occupano del trasporto. «Questo è un altro piccolo successo che abbiamo ottenuto – ha dichiarato la ginecologa Costanza Scevola – Donare il sangue del cordone ombelicale è importantissimo ed è il frutto di una gara di generosità che abbiamo attuato nel reparto di Ostetricia e Ginecologia dell’ospedale. È la mamma che decide spontaneamente di donare il cordone ombelicale e successivamente noi ci occupiamo del prelievo per la raccolta del sangue cordonale e infine è la Croce Rossa a completare la procedura con il trasporto presso l’ospedale Santobono – Pausilipon di Napoli, centro di raccolta in Campania».

La ginecologa Scevola ha inoltre precisato che si tratta di una procedura innocua per la gestante e soprattutto per il bambino. «È una tecnica non invasiva e indolore ed è innocua sia per la mamma che per il nascituro. Il prelievo del sangue viene fatto immediatamente dopo il parto e tutte le donne possono donare. È necessaria solo la volontà degli operatori che devono informare le gestanti sull’utilità di questo piccolo gesto e poi infine raccoglierlo».

©Riproduzione riservata