Elezioni regionali, dove e come si vota in Campania

583
Infante viaggi

E’ il giorno del silenzio elettorale, in attesa dell’election day di domani e lunedì. I cittadini sono chiamati a votare per il rinnovo del consiglio regionale. Si contendono la prima carica della Regione sette candidati: il governatore uscente Vincenzo De Luca, Stefano Caldoro per il centrodestra, Valeria Ciarambino per il M5S, Giuliano Granato per Potere al Popolo, Luca Saltalamacchia con la lista Terra, Sergio Angrisano con Terzo Polo e Giuseppe Cirillo, candidato per il Partito delle Buone Maniere.

Si vota in due giorni: domenica 20 settembre e lunedì 21. I seggi sono aperti dalle 7 alle 23 di domenica e dalle 7 alle 15 di lunedì. 

Come si vota
Nelle sei regioni a statuto ordinario è prevista l’elezione diretta del governatore. In Campania, Liguria, Marche, Puglia e Veneto si vota in un unico turno: vince il candidato governatore che ottiene più voti, anche uno in più degli altri. Solo la Toscana fa eccezione e se nessuno dei candidati governatori ottiene più del 40% dei voti si va al ballottaggio. Un premio di maggioranza assicura al candidato governatore la maggioranza dei seggi in consiglio regionale: il premio cambia da regione a regione e può variare in base al risultato del candidato governatore (più voti prende, più è alto).

Preferenze
Si possono esprimere fino a due preferenze per i consiglieri ma devono essere candidati di sesso diverso (es., donna/uomo; uomo/donna), pena l’annullamento della seconda scelta. Questo vale in Campania, Liguria, Marche, Veneto e Puglia. C’è anche il voto disgiunto: in Campania, Liguria, Puglia e Veneto è possibile scegliere una lista e, insieme, un candidato governatore di un’altra coalizione.

©Riproduzione riservata

  • assicurazioni assitur
  • assicurazioni assitur
  • Lido Urlamare Palinuro
  • Lido La Torre Palinuro