• Home
  • Politica
  • Caldoro afferma che «la forchetta con il candidato di centrosinistra va allargandosi».

Caldoro afferma che «la forchetta con il candidato di centrosinistra va allargandosi».

di Maria Antonia Coppola

«Il divario con De Luca si consolida. Il livello di conoscenza di una candidato rispetto all’altro incide sui sondaggi, è evidente che con dieci punti di distacco qualcuno abbia pensato di non parlare di programmi e cose serie ma ha preferito buttarla in rissa». Lo ha detto Stefano Caldoro, candidato a presidente della Regione Campania per il Pdl, a margine della presentazione del suo sito web, oggi a Napoli. Dati alla mano, Caldoro afferma che «la forchetta con il candidato di centrosinistra va allargandosi».
In base a tre sondaggi, condotti da tre differenti istituti, l’ex ministro del Governo Berlusconi è avanti, rispetto a De Luca: mentre per il primo la percentuale di gradimento è compresa tra ilo 52% e il 56,6%, per il candidato del Pd il valore è tra il 42% e il 46%. Caldoro torna poi sulla questione del “’no” a veline e parenti. «È un’operazione di trasparenza quella di non avere “figli di” in lista – ha sottolineato – Ma se una persona si è fatta valere non vedo perchè non debba candidarsi. Certo non dobbiamo scoprirlo dalla sera alla mattina che in lista c’è un parente». Tra le priorità che i cittadini gli hanno segnalato, fa sapere, ci sono sicurezza, legalità, sanità. «Poi c’è il problema della casa. Noi ci teniamo ad approvare il Piano Casa del Governo – ha concluso – Qui c’è una legge regionale che ha impedito soprattutto alle famigle quei piccoli aumenti di volumetria, quando è compatibile con le normative urbanistiche e ambientali».

 

 

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019