Elisa operata dopo raccolta fondi, la piccola ora cammina da sola tra le sbarre

di Maria Emilia Cobucci

Una campagnia di solidarietà aveva interessato lo scorso mese di marzo il Golfo di Policastro e in particolare la città di Sapri. Era partita infatti una raccolta fondi per Elisa Crivella, una bambina francese di 5 anni nata prematura e in circostanze complicate. La bimba fin dai primi mesi di vita presentava una Diplegia spastica. Una patologia neurologica che le impediva di muoversi in modo adeguato. Poteva camminare solo se aiutata da un piccolo deambulatore che le permetteva di compiere quei piccoli gesti che risultano normali a tutti i bambini. Una situazione molto delicata alla quale i familiari, originari di Sapri ma da anni residenti in Francia, hanno deciso di porre fine.

Elisa poteva sottoporsi a un intervento chirurgico che le avrebbe permesso di recuperare tra il 50 e l’80 per cento della funzione motoria della gambe. Un’operazione dal costo di 30mila euro che grazie alla raccolta fondi realizzata dall’Associazione “Forza Elisa” aveva permesso alla piccola di sottoporsi all’importante e delicato intervento chirurgico. Ad occuparsi dell’intera faccenda era stata anche l’associazione Onlus “Una goccia nell’Oceano” di Sapri presieduta da Anna Petraglia. E a distanza di sole tre settimane dall’intervento chirurgico al quale la bambina si era sottoposto lo scorso 24 marzo, piacevoli notizie arrivano dalla Francia. La piccola Elisa infatti riesce a camminare da sola tra le sbarre parallele. Un ottimo risultato per la piccola e per i familiari che hanno sempre sperato che tutto questo potesse un giorno accadere.



©Riproduzione riservata