Emergenza sangue negli ospedali del Cilento, l’appello dei medici: «Serve aiuto»

Carenza di sangue nel periodo estivo. A denunciarlo è l’associazione Donatori volontari di sangue del Cilento assieme ai medici. Domenica 19 luglio all’ospedale San Luca di Vallo Della Lucania dalle ore 8.30 fino alle 13 sarà effettuata una raccolta di sangue straordinaria per via dell’insufficienza delle riserve e l’emergenza che si registra durante il periodo estivo. Sono richiamati i donatori di Vallo e quelli dei comuni limitrofi. «Con i nuovi provvedimenti sugli accreditamenti dei servizi trasfusionali, che stabiliscono che le raccolte di sangue possono fatte in strutture accreditate, fa sì che si crei una situazione particolare – spiega Giulio Feola, primario del Centro trasfusionale dell’ospedale San Luca di Vallo Della Lucania – Nessuno dei punti prelievo che noi abbiamo in questa zona è accreditato, in tutto il salernitano l’accreditamento lo l’hanno solo gli ospedali e il centro Avis di Agropoli». «Il fatto di non poter far più prelievi al di fuori dell’ospedale determina una carenza dappertutto e non c’è neanche la possibilità di sopperire con altri centri trasfusionali che sono nelle nostre stesse condizioni appunto perché i prelievi si possono fare solo in ospedale – continua il primario – Vista la situazione con le associazioni abbiamo deciso di stabilire una domenica in ospedale dove il personale riceve tutti i volontari che vogliono donare sangue». Ma quanto è grave la carenza di sangue? «Noi siamo in carenza, è in carenza Battipaglia, è in carenza Nocera, tutti sono in carenza perché prima tutto si reggeva sulla volontà del personale di fare la raccolta dappertutto e questo non è più possibile farlo».

©Riproduzione riservata