Emergenze Saut e pochi medici: la sanità del golfo di Policastro all’attenzione dell’Asl Salerno

Il commissario straordinario ha convocato Cittadinanzattiva per un incontro che serva a porre all’attenzione i principali problemi sanitari del golfo di Policastro. L’appuntamento è in programma per lunedì prossimo, 30 novembre 2015 alle ore 13, presso la sede dell’Asl Salerno. La notizia, dell’ultima ora, è stata comunicata dal coordinatore regionale del Tribunale per i diritti del malato, Antonio Gambacorta, che ha fissato l’appuntamento con il commissario Antonio Postiglione. «Abbiamo apprezzato la disponibilità del Commissario, dott. Postiglione, che si è dichiarato disponibile ad affrontare le problematiche dell’Ospedale di Sapri, nonché della medicina territoriale inerente il Distretto Sapri-Camerota», ha detto il coordinatore regionale del Tdm.

Tra le questioni importanti c’è l’emergenza Saut di Casaletto Spartano, che di notte continua ad operare con l’ambulanza senza medico, il servizio di Gastroenterologia dell’ospedale Immacolata, che, nonostante la mole di lavoro e la qualità delle prestazioni offerte, continua a funzionare con la presenza del solo medico responsabile del servizio, la disattesa attuazione  del decreto 49 che prevedeva le Unità semplici di Urologia e Oculistica, rispettivamente con 3 e 4 posti letto, e il mancato utilizzo dei  5 milioni di euro previsti dall’ex art. 20 (per adeguare le strutture del Pronto Soccorso, della Radiologia, della Tanatologia e spostare in locali più idonei la Gastroenterologia) continuano a provocare disfunzioni organizzative all’interno della struttura ospedaliera e gravi disagi agli utenti, la lungaggine delle liste d’attesa che per un semplice esame ecografico raggiunge i tre mesi,  il calvario burocratico a cui è assoggettato il paziente costretto a fruire dei servizi sanitari domiciliari.

«Ringraziamo il commissario dell’Asl e il coordinatore del Tdm Regionale, che si è interessato per ottenere l’importante incontro. Avremo l’opportunità di fornire al massimo dirigente della nostra Asl i motivi e gli atti delle nostre segnalazioni; rimostranze che scaturiscono da continue lagnanze raccolte quotidianamente dalla gente», ha commentato e concluso il coordinatore dell’assemblea territoriale di Sapri, Mario Fortunato.

©Riproduzione riservata