Regione Campania: una norma della finanziaria dice no al nucleare

(ANSA) – NAPOLI, 3 GEN – Una norma approvata dal Consiglio regionale della Campania preclude la possibilita’ di costruire impianti di produzione di energia nucleare.

La norma si pone in contrasto con il piano del governo che vede nel nucleare la soluzione per risolvere il deficit energetico.

Ed e’ polemica nella regione tra maggioranza e opposizione.

‘Abbiamo salvato la Campania da un piano scellerato del governo’ sostiene l’Idv mentre il Pdl annuncia un possibile ricorso del governo alla Consulta contro le legge.

Ad essere stati convocati al tavolo – al quale parteciperanno anche il Saco (l’ex Direzione generale sviluppo agroalimentare, qualita’ e tutela del consumatore) del Ministero delle Politiche Agricola, Alimentari e Forestali – sono i rappresentati di tutta la filiera produttiva e commerciale: Federalimentare, Confapi, Confcommercio, Confesercenti, ANC-Conad, ANCC-Coop, Federdistribuzione, CNA Alimentare, Confartigianato, UNIPI-Unione Industriale Pastai Italiani, Italmopa-Associazione Industriale Mugnai Pastai d’Italia, Unioncamere e ISMEA.