Evade dal carcere di Fuorni, 29enne cilentano inseguito e bloccato

Evade dal carcere di Fuorni in pieno giorno ma viene riacciuffato poco dopo dalle forze dell’ordine. Tensione nella casa circondariale di Salerno, dove lunedì pomeriggio, intorno alle ore 15, un detenuto è riuscito a scappare, confondendosi tra gli operai di una ditta che, in quel momento, stava eseguendo alcune manutenzioni. Il fatto è riportato da Stile Tv. Si tratta di un 29enne di Capaccio Paestum, tossicodipendente e con problemi psichici, inseguito e poi bloccato nei pressi dell’ospedale “Ruggi” dalla Polizia Penitenziaria dopo una caccia all’uomo durata un’ora. Dopo una visita in infermeria – riporta ancora Stile Tv – il recluso ha colto il momento giusto per eludere la sorveglianza durante l’ora di passeggio nel piazzale, riuscendo a scavalcare un muro di recinzione per poi confondersi, nel parcheggio, con alcuni dipendenti dell’impresa fino ad uscire dal carcere riuscendo così a svignarsela, come si apprende da fonti sindacali della Penitenziaria. Accortisi quasi subito della sua assenza, gli agenti in servizio hanno immediatamente dato l’allarme facendo scattare le ricerche, rintracciando il fuggiasco. È la seconda volta che il giovane capaccese, in carcere per vari reati connessi a spaccio, maltrattamenti e violenza domestica, tenta la fuga: in passato, scappò proprio dal nosocomio salernitano dove si trovava ricoverato e piantonato per motivi di salute.