Fase 2, mare ad Ascea: ecco 30 mila pass per circolare

Infante viaggi

di Redazione

Trentamila pass per circolare nel comune di Ascea e salvare l’estate in una delle località del Cilento a vocazione turistica. L’idea del sindaco Pietro D’Angiolillo è, ormai, entrata nella fase operativa: dalla prossima settimana sarà possibile richiedere il pass che entrerà in vigore dal primo giugno e avrà un colore diverso a seconda del profilo: verde chiaro per i residenti; arancione per i proprietari di casa; azzurro per i non residenti che transiteranno per Ascea da comuni limitrofi. Quello riservato ai turisti avrà sullo sfondo un’immagine del comune cilentano e riporterà la data di arrivo e quella di partenza. Discorso diverso, invece, per i turisti giornalieri:
il pass sarà di rapida realizzazione, avrà validità d’un giorno e sarà concesso dietro presentazione di autocertificazione. Per i turisti delle strutture alberghiere, invece, il pass presenterà un’immagine di Ascea e saranno gli stessi albergatori a farne richiesta.

  • assicurazioni assitur

Il sistema varato dal comune cilentano prevede l’obbligo di comunicare i propri dati in anticipo per quanti entreranno nel territorio di Ascea. Il pass rilasciato dal Comune sarà obbligatorio per poter accedere in spiaggia, nei parchi e negli edifici pubblici. “In attesa delle linee guida regionali e nazionali, noi abbiamo ben chiaro cosa fare – ha detto il sindaco D’Angiolillo nel corso di una diretta Facebook -, vigileremo in modo assoluto gli accessi in spiaggia, verificando il distanziamento tra gli ombrelloni e attueremo il progetto del pass turistico per residenti, proprietari di seconde case e turisti”.

©Riproduzione riservata

assicurazioni assitur