• Home
  • Eventi
  • “Fémmene”: lo spettacolo con Nunzia Schiano al teatro di Sala Consilina per omaggiare la donna

“Fémmene”: lo spettacolo con Nunzia Schiano al teatro di Sala Consilina per omaggiare la donna

di Maria Emilia Cobucci

In occasione della Giornata Internazionale della Donna, con il sostegno della Fondazione della Comunità Salernitana, con il Patrocinio del Consorzio Sociale Vallo di Diano Tanagro Alburni e del Piano Sociale di Zona S9, oltre che dell’Amministrazione Comunale di Sala Consilina, l’associazione I Ragazzi di San Rocco, celebrano, il prossimo 8 marzo a “Teatro in Sala” la “Giornata Internazionale della Donna”, coniugando grande teatro e impegno civile per sensibilizzare e sostenere concretamente il i progetti per le donne che realizzano percorsi di fuoriuscita dalla violenza attraverso i Centri Antiviolenza di Sapri-Sportello Pierangela del Piano di Zona S9 gestito dal “Consorzio La Rada” a Sapri, e Il Centro Antiviolenza Aretusa del Consorzio Sociale S10 – gestito da “Differenza Donna” ad Atena Lucana.

Il grande teatro è quello della straordinaria attrice Nunzia Schiano, che è la protagonista di “Fémmene”, su testi di Myriam Lattanzio e tratti da “Nostra signora dei friarielli” di Anna Mazza, con la regia di Niko Mucci. Pertanto, l’incasso dello spettacolo “Fémmene” con Nunzia Schiano, in programma alle ore 20:30 del prossimo 8 marzo al Teatro Comunale Mario Scarpetta di Sala Consilina, sarà devoluto ai Centri Antiviolenza del territorio per sostenere i progetti di autonomia e i percorsi di fuoriuscita dalla violenza. Il prezzo del biglietto è di 10 euro ma, vista la finalità benefica, ovviamente si potranno fare donazioni liberamente.

“Fémmene” è uno spettacolo teatrale magistralmente interpretato da Nunzia Schiano la cui recitazione è alternata dalla voce incantevole e seducente di Myriam Lattanzio. Un atto unico improntato su vari ritratti femminili che mettono in risalto ciò che si cela nel mondo spesso misterioso delle donne che, al momento opportuno, sanno essere estremamente forti; racconti interpretati da Nunzia Schiano, con naturalezza e genuinità quasi fosse  lei la reale protagonista.

Uno spettacolo coinvolgente, che fa riflettere, che manda un messaggio chiaro e forte: le “fémmene” non devono aspettare di ricevere la mimosa per essere gratificate. Le “fémmene” sono un universo tutto da scoprire e hanno delle risorse inimmaginabili.

©Riproduzione riservata




A Cura di

Maria Emilia Cobucci

Giornalista per scelta ma anche per passione. Da sempre. Testarda e determinata come ogni cilentana che si rispetti. Amo raccontare il mio territorio, ricco di bellezze ma anche di tante storie che tutti dovrebbero conoscere.
Tutti gli articoli di Maria Emilia Cobucci

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019