Fondo ristorazione, bonus per chi acquista Made in Italy

Il Coronavirus ha messo in ginocchio anche il Made in Italy. Per sostenere gli imprenditori del comparto il Governo ha stanziato 600 milioni di euro per il Fondo ristorazione, destinato al finanziamento di bonus fino a 10 mila euro per chi decide di acquistare food italiano.

«Si tratta di un’opportunità interessante per dare un aiuto al settore della ristorazione ma soprattutto per far conoscere e promuovere i prodotti alimentari italiani», spiega Luca Iovine, amministratore della società di consulenza Gruppo Iovine.

Il Fondo Ristorazione è un contributo riconosciuto (da 1.000 euro fino ad un massimo di 10.000 euro) per l’acquisto effettuato da parte dei professionisti della ristorazione dopo il 14 agosto 2020 di prodotti di filiere agricole e alimentari italiani In particolare, prodotti DOP e IGP, prodotti che valorizzano la materia prima del territorio (compresi prodotti vitivinicoli e della pesca), cioè quelli da vendita diretta, e prodotti ottenuti da filiera nazionale integrale dalla materia prima al prodotto finito.

Le domande possono essere presentate dal 15 al 28 novembre 2020 da ristoranti, pizzerie, mense, i servizi di catering, gli agriturismi e gli hotel con somministrazione di cibo.

I richiedenti dovranno dimostrare, presentando i relativi documenti fiscali, l’acquisto di almeno tre prodotti appartenenti a categorie merceologiche diverse. «Requisito necessario per accedere al contributo è la perdita del fatturato cioè che l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi medi dei mesi da marzo a giugno 2020 deve risultare inferiore ai tre quarti dell’ammontare del fatturato e dei corrispettivi medi dei mesi da marzo a giugno 2019», evidenzia Iovine.

Il contributo è calcolato in base alla spesa effettuata dal 14 agosto 2020 alla data di presentazione della domanda e non può mai essere superiore alla spesa sostenuta.

Per ulteriori informazioni rivolgersi a comunicazioni@gruppoiovine.it oppure 089/7728547

©Riproduzione riservata