Fondovalle Calore, polemiche sui «meriti» tra Iannone e Canfora

Infante viaggi

Polemiche sulla riapertura del cantiere della Fondovalle Calore. L’ex presidente della Provincia Antonio Iannone ha infatti dichiarato: «Sono felice che ripartano i lavori della Fondovalle Calore perché senza quella strada quell’area della provincia di Salerno è destinata a disantropizzarsi e restare fantasma. Tuttavia è fuorviante una certa ricostruzione giornalistica dalla quale sembra che per 20 anni non si sia fatto nulla ed ora De Luca fa partire i lavori. L’unico miracolo che hanno fatto De Luca e Canfora è stato quello di perdere 32 mesi. L’Amministrazione Cirielli-Iannone, con il lavoro puntuale dell’Assessore Feola, avevano riappaltato i lavori, vinto un contenzioso con i talebani del vincolo della Sovrintendenza e superato tutte le difficoltà per partire. Tutto era pronto a fine mandato della nostra Amministrazione ma da quel momento il morbo letargico di Canfora viene scosso solo oggi dalla mania compulsiva dello spot di De Luca».

Dura la replica dell’attuale presidente Canfora: «Il presidente di Fratelli d’Italia, Antonio Iannone, si vuole prendere meriti che non ha. Se i  lavori della Fondovalle Calore sono ripartiti è stato grazie all’impegno del Governatore De Luca e del sottoscritto e non certo per merito di Iannone e dell’onorevole Cirielli». «Ricordo all’ex presidente Iannone – afferma Canfora – che la Fondovalle Calore era ferma da anni e che solo grazie all’intervento del Governatore De Luca e della Provincia si è riusciti a far ripartire i lavori. Le opere, una volta appaltate, vanno completate e la Fondovalle Calore rientrava tra le opere incompiute. Una storia iniziata nel lontano 1989 che non sto qui a raccontare. Mi preme ancora una volta sottolineare – continua poi –  l’impegno profuso dall’attuale Giunta Regionale e dalla Provincia che mi onoro di rappresentare nel raggiungimento di un obiettivo così importante per l’intera comunità salernitana, dopo che il partito di Iannone, Fratelli d’Italia, che ha amministrato la Provincia prima di me, non è mai riuscito a trasformare una sola opera in un’opera compiuta».

  • assicurazioni assitur

Un’opera viaria progettata nel lontano 1989 e definita più volte strategica ma rimasta eterna incompiuta, al centro anche di un’inchiesta della magistratura agli inizi degli anni ’90.

©Riproduzione riservata

assicurazioni assitur