Fortunato ai sindaci del Piano di zona: «Il primo cittadino di Sapri spieghi alcune cose»

Infante viaggi

Accuse rimandate al mittente e dure prese di posizione. E’ scontro al Piano di zona s9 tra i sindaci dei comuni coinvolti. Una missiva del sindaco Fortunato è tra gli ultimi sviluppi della vicenda. Il primo cittadino di Santa Marina ha scritto a Del Medico e ai sindaci degli altri comuni e al presidente della Regione De Luca per chiedere chiarimenti. 

«A riscontro di vari interventi, nonché di alcune demagogiche quanto inopportune  prese  di posizione di qualche sindaco del nostro comprensorio, voglio innanzitutto premettere che l’amministrazione comunale di Santa Marina, quando ha deciso di denunciare le anomalie riscontrate nella gestione del Piano di zona S9, lo ha fatto con la consapevolezza di porsi al di fuori degli schemi di una grigia e neghittosa politica corporativistica che ha prodotto  una crisi morale ed economica che non ha precedenti in tutto il golfo di Policastro.  – si legge nella missiva –  In riferimento alle accuse rivolte a questo Comune, per la mancata partecipazione alle riunioni del coordinamento istituzionale, voglio   ribadire che noi non vi   parteciperemo fintantoché il piano di zona non sarà trasferito nella sede istituzionale appositamente realizzata.    Ricordo a tutti, che il Comune di Sapri è stato individuato quale Comune capofila, con deliberazione dell’assembla dei sindaci del nuovo ambito S9 n. 3 del 28.02.2013, al posto del Comune di Camerota, proprio perché a Sapri era stata realizzata, con finanziamenti regionali, la sede del piano di zona –  ambito S9, per una spesa di circa 1.000.000,00 di euro».

  • Vea ricambi Bellizzi

E ha chiesto al sindaco di Sapri «di far conoscere quanto prima le ragioni per le quali gli Uffici del piano zona non vengono trasferiti nella nuova sede, se la nuova sede è attualmente libera o viene utilizzata dal Comune di Sapri per altri scopi, nel caso in cui viene utilizzata dal Comune per altri scopi, si chiede di conoscere   l’importo del canone che viene corrisposto per la locazione, nonché eventuali autorizzazioni al diverso utilizzo da parte degli organi istituzionali del piano di zona; – e poi ancora – se è ’ vero che la corrispondenza del piano di zona   viene o veniva registrata al protocollo generale del Comune di Sapri, considerato che il piano di zona è un organismo autonomo. Se è vero che, nonostante i tagli ai fondi della VII annualità, relazionati dal Coordinatore, il Comune di Sapri è l’unico Comune che   si è autoliquidato l’intero importo previsto ed i tagli sono stati fatti solo per i rimanenti Comuni. – e conclude – Chiede inoltre, con urgenza, che venga trasmessa la rendicontazione di tutte le spese relative agli esercizi finanziari 2013 – 2015 così come previsto dalla convenzione».

©Riproduzione riservata

  • Lido La Torre Palinuro
  • Vea ricambi Bellizzi
  • Lido Urlamare Palinuro