Fortunato vuole commissariare la Comunità montana del Bussento. Speranza: «Mi preoccupo di come pagare stipendi agli idraulico forestali»

«Ci sono voluti 10 mesi, ma ora, finalmente, il presidente Foglia ha iscritto in agenda la mia richiesta». Quella che porta la firma del consigliere regionale del gruppo Caldoro, Giovanni Fortunato, ha come obiettivo il commissariamento della Comunità montana Bussento Lambro e Mingardo. Richiesta che dovrà essere valutata martedì 18 in audizione dal presidente  Stefano Caldoro e dall’assessore all’Agricoltura Daniela Nugnes. Le accuse di Fortunato riguardano la gestione dell’Ente montano, «caratterizzata – secondo l’onorevole –  da evidenti sprechi e gravi anomalie di gestione». Dall’altro lato l’avvocato Vincenzo Speranza, presidente della comunità montana del Bussento, spiega che la sua «unica preoccupazione, in questo momento delicato per l’ente, è come pagare gli stipendi degli operai idraulico forestali»Martedì a Napoli sotto la sede della Regione Campania ci saranno anche i sindaci dei 14 comuni dell’ente, insieme a lavoratori e sindacati per protestare contro la Regione per il mancato pagamento degli arrestrati dei lavoratori. La manifestazione servirà per chiedere l’innalzamento del tetto di spesa per arrivare al 33 per cento del finanziamento utile a coprire almeno una parte di pagamenti dei 350 operai che aspettano da mesi di essere retribuiti. La decisione di andare a protestare a Napoli è venuta fuori dopo la conferenza dei sindaci del basso Cilento che si è svolta mercoledì a Torre Orsaia. 

©Riproduzione riservata