Guerra, torna a Capaccio l’agente che smantellò il caporalato degli schiavi

Infante viaggi

di Antonio Vuolo

Da un po’ di tempo è rientrato nella sua Capaccio Paestum, dando un apporto importante in termini di professionalità ed esperienza al corpo della Polizia Locale. E da Milano, dove ha lavorato in precedenza, è arrivato un encomio dalla Procura della Repubblica per un importante attività di polizia giudiziaria svolta nel periodo milanese. Si tratta dell’agente Marco Guerra che insieme ad altri colleghi consentì di smantellare, all’epoca dei fatti, un gruppo criminale dedito alla tratta di schiavi dalla Romani e allo sfruttamento delle attività mendicanti. Un’indagine lunga e difficile che ha visto in prima linea l’agente capaccese che il sostituto procuratore milanese, Piero Basilone, ringrazia espressamente per la qualità e la quantità di impegno e professionalità nello svolgimento dell’articolata attività di indagine. Un vero e proprio orgoglio per Capaccio Paestum che oggi può annoverare nel suo Corpo di Polizia Locale un agente di elevata professionalità ed esperienza e per l’intera comunità cilentana.

  • Vea ricambi Bellizzi

©Riproduzione riservata

  • Lido Urlamare Palinuro
  • assicurazioni assitur
  • Lido La Torre Palinuro
  • Vea ricambi Bellizzi