• Home
  • Turismo
  • Tuffarsi nel Cilento è cura per la salute. “…La costa del Cilento” guida del medico Pellecchia

Tuffarsi nel Cilento è cura per la salute. “…La costa del Cilento” guida del medico Pellecchia

di Marisa Russo

Il medico Roberto Pellecchia ha “visitato” la Costa del Cilento e sembra l’abbia trovata in ottimo stato di salute….e di bellezza!! La consiglia in molteplici “ricette” a turisti di qualità, nella guida da lui realizzata, che conduce in questi paesi cilentani che sono lambiti dal mare, con cenni storici e commenti che contribuiscono a sottolineare il fascino di questo territorio, dove il mare ha portato tante culture che si sono stratificate, creando una realtà suggestiva, in una sintesi, direi, unica.
Bellissime le fotografie, diverse realizzate dall’autore stesso dall’alto, in un volo su elicottero, sovrastando i bianchi gabbiani. La prefazione è del migliore Giuseppe Liuccio, che riavvolge tra miti questa terra amata. E’ un’ottima guida per turisti, ma anche un piacevole libro per i locali, dando occasione di scoprire sempre qualcosa in più, e di essere richiamati da questi “sguardi” che captano bellezze di cui il Cilento è prodigo.  Sembra trasmettere la magia della sua visione, di quella attesa da fanciullo austriaco, sazio di amene vastità di verde tra fiabesche baite, ma privato del mare ancestrale, di quell’immenso liquido amniotico, in cui abbandonarsi e lasciarsi cullare.
Attendiamo quindi che possa offrirci un altro iter tra i paesi delle colline cilentane, che troppo attendono da tempo, dove il silenzio ed il poco sfruttamento turistico possono meglio donare il mistero, il magnetismo di questa antica terra. Dal Monte “Stella”, che illumina il circondario con occhio magnetico, a quei antichi simbolici riti tramandati dalle congreghe, questa terra infonde una forte religiosità anche laica, che va ritrovata e vissuta.  Gli argentei ulivi, che hanno dato a lungo la luce materiale e spirituale, ed i dolci fichi dai tanti semi anche simbolici, possono ancora “illuminare” e “seminare” il senso della vita altrove, per lo più, perso. Parlare e dare con le parole e le immagini il senso di questo affascinante territorio non è semplice, questo autore vi è in gran parte riuscito, ora si attende che dia voce all’interno, con le sue tradizioni, con tutto il suo mondo complesso e significativo, ma non facilmente penetrabile!! Le strade isolate, i tornanti sui precipizi, in lunghi percorsi tra gli alberi, possono essere visti, non come difficoltà di percorso, ma come affascinante cammino alternativo!!! Così come hanno influenzato le personalità degli abitanti, possono condurre, coloro che vi si addentrano, non solo a contatto con la Natura, allontanando dal mondo artificiale, di elementi “non vivi”, ma favorire anche l’addentrarsi in sé stessi, aiutando a raggiungere, attraverso i “gironi” tra il verde, il centro del sé, avvicinando ad un misterioso richiamo della conoscenza di un “oltre”. Sono emozioni da cercare! Tuffarsi nel Cilento è salutare!! Occorre viverlo anche attraverso i cinque sensi, con la visione dei suoi bei paesaggi, dei suoi colori, aspirando i profumi così inebrianti e vari secondo le stagioni, godendo dei suoi sapori ancora sani ed appetibili, sentendo i suoni naturali in un misto suggestivo, toccando la sua varia vegetazione, è una cura per la salute  che il medico Pellecchia, auspichiamo, vorrà continuare ad evidenziare!!!!

Cartina Idealizzata da Marisa Russo

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019