Il caso: Neurologia a Polla «blindata» con paziente positiva: dentro personale in quarantena

di Pasquale Sorrentino

Una donna di Sala Consilina di 86 anni è risultata positiva al tampone. Ma l’esito del tampone è arrivato circa 24 ore dopo il ricovero della donna (sierologico negativo) nel reparto di neurologia. O meglio è stata «appoggiata» in Neurologia, sarebbe dovuta essere ricovera in Medicina. E da almeno 24 ore e probabilmente per altre 24 ore, il reparto è stato chiuso. Chiuso sì ma con con il personale medico e infermieristico e gli altri pazienti dentro, perché la donna resta per ora ricoverata in ospedale a Polla nel medesimo reparto. Altri infermieri che sono stati a contatto con la paziente ma che hanno finito il turno si sono messi in auto-quarantena senza però, per ora, avere indicazioni sul da farsi.

©Riproduzione riservata