Il Commissario Ricciardi, stasera la terza puntata del personaggio nato nel Cilento

Foto di Anna Camerlingo

di Marianna Vallone

La terza puntata del Commissario Ricciardi è pronta a sorprendere il pubblico. Andrà in onda questa sera, 8 febbraio 2021, alle 21:25 su Raiuno. E’ anch’essa tratta da un romanzo di Maurizio de Giovanni (edito da Einaudi). Dopo l’inverno e la primavera, nella Napoli degli anni Trenta, in cui è ambientata la serie, arriva l’estate. Il commissario, nato nel Cilento nel 1900, dovrà gestire un omicidio, quello di una duchessa, ma anche il triangolo amoroso con Livia ed Enrica.

Le anticipazioni
Viene uccisa la duchessa di Camparino, donna tanto bella quanto chiacchierata in città. Al caso deve lavorare proprio Ricciardi, affiancato come sempre da Maione (Antonio Milo) e dal Dr. Modo (Enrico Ianniello) e suo malgrado dalla visione della stessa vittima. Il tutto avviene mentre nella sua vita privata avvengono alcune novità. La prima riguarda Enrica che, dopo un primo timido incontro nella seconda puntata, sembra essere sempre più vicina al protagonista, che l’ha osservata per tanto tempo dalla finestra di casa. La seconda, invece, riguarda Livia: la donna, decisa a riprendersi dopo l’omicidio del marito, decide di passare un periodo di villeggiatura proprio nella città partenopea, dove il ricordo dell’affascinante Ricciardi la spinge a cercare di conquistarlo con tutte le sue armi a disposizione. (www.tvblog.it)

Il commissario Ricciardi
E’ nato idealmente tra le colline del Cilento, a Fortino di Casaletto Spartano, il 1 giugno del 1900. Figlio unico della famiglia nobiliare dei baroni di Malomonte. Rimasto orfano dei genitori da ragazzo (il padre muore giovanissimo, mentre la madre trascorre molti anni in una casa di cura), si trasferisce con l’anziana tata Rosa (che prima di lui aveva accudito sua madre) a Napoli, dove si laurea in giurisprudenza ed entra nella Squadra mobile della Regia Questura.

©Riproduzione riservata