• Home
  • Cronaca
  • Il golfo di Policastro si mobilita per l’Ucraina: raccolta beni della Protezione civile Gruppo lucano di Vibonati

Il golfo di Policastro si mobilita per l’Ucraina: raccolta beni della Protezione civile Gruppo lucano di Vibonati

di Maria Emilia Cobucci

Una raccolta di beni di prima necessità per il popolo ucraino che in questi giorni è costretto a fare i conti con la guerra. Ad organizzarla è stata la Protezione Civile “Gruppo Lucano” di Vibonati che si è fatta promotrice per il Golfo di Policastro di questa importante proposta che ha lo scopo di donare al popolo ucraino, attraverso un canale umanitario, beni necessari alla loro sopravvivenza.

Un’iniziativa voluta dal presidente della Protezione civile di Vibonati Anna Maria Maiorano e da tutti i volontari su proposta di Francesca Improta, giovane del posto. Una campagna umanitaria di aiuti partita dalla città di Eboli alla quale il Golfo di Policastro ha subito aderito.

«Abbiamo fatto nostra questa proposta per realizzare qualcosa di concreto per il popolo ucraino – ha dichiarato il presidente della Protezione civile “Gruppo Lucano” di Vibonati Anna Maria Maiorano – Tutti i componenti della Protezione civile e i ragazzi del servizio civile subito si sono resi disponibili per rendere concreta questa iniziativa. Abbiamo avuto molte risposte positive anche dall’esterno. È assicurata la massima trasparenza e il massimo impegno affinché questi beni arrivino a destinazione».

Il punto di raccolta indicato è l’ex caserma dei Carabinieri presente a Vibonati e sarà possibile consegnare fino al prossimo giovedì. Mentre la giornata di venerdì è dedicata alla consegna dei beni che provengono dai comuni del Golfo: nello specifico al momento hanno aderito all’iniziativa i Comuni di Torraca, Santa Marina, Celle di Bulgheria, Lentiscosa, Alfano, Sapri, Rofrano, Torre Orsaia e i Vigili del fuoco di Policastro e Vallo.

Per quanto riguarda i beni da donare il presidente Maiorano ha fatto piena chiarezza. «Ci siamo resi conto – ha poi aggiunto – che i beni maggiormente richiesti sono i farmaci e l’attrezzatura medica e paramedica come garze, disinfettanti, antidolorifici, flebo e tanto altro. Anche in questa occasione il Golfo di Policastro si è reso protagonista in maniera positiva – ha infine concluso il presidente – tutti i comuni limitrofi hanno aderito pienamente a questa nostra proposta».

©Riproduzione riservata




A Cura di

Maria Emilia Cobucci

Giornalista per scelta ma anche per passione. Da sempre. Testarda e determinata come ogni cilentana che si rispetti. Amo raccontare il mio territorio, ricco di bellezze ma anche di tante storie che tutti dovrebbero conoscere.
Tutti gli articoli di Maria Emilia Cobucci

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019