• Home
  • Comuni
  • Ascea
  • Il Parco Archeologico di Velia entra nel videogioco con Archeo Minecraft

Il Parco Archeologico di Velia entra nel videogioco con Archeo Minecraft

di Antonio Vuolo

Il Parco Archeologico di Velia, ad Ascea, sarà ricostruito digitalmente su Minecraft, il videogioco più venduto di sempre, grazie all’accordo siglato tra il Comune di Pollica, Future Food Institute e il Parco archeologico di Velia. I giovani partecipanti alla Paideia Digital Academy, in corso al Paideia Campus di Pollica dal 18 al 24 luglio, hanno esplorato di persona, ieri pomeriggio, i luoghi di Parmenide e della Magna Grecia accompagnati da una guida d’eccezione, il più grande esperto europeo di Minecraft Marco Vigelini, CEO di Maker Camp srl, con cui i giovani continueranno l’esperienza in classe, dove potranno ricostruire digitalmente Velia sul noto gioco basato sui blocchi. 

“Abbiamo avviato un percorso, insieme al Comune di Pollica e al Parco archeologico di Velia, che comincia dalla nostra storia per progettare il futuro – spiega Sara Roversi, presidente di Future Food Institute – E’ quello che stiamo cercando di fare con la Digital Academy per dare ai ragazzi gli strumenti necessari per allenare la creatività e la capacità logica. Con Archeminecraft, infatti, hanno la possibilità di acquisire nuove competenze in modo giocoso, attraverso quello che potremmo definire il loro linguaggio, per poi metterle al servizio di questo territorio”.  

“E’bello vedere come le nuove generazioni si approcciano al passato con una prospettiva completamente diversa rispetto alla nostra – aggiunge Tiziana D’Angelo, direttore del Parco Archeologico Paestum-Velia – E’ interessante vedere come questi ragazzi si impegnino, in un certo, a scavare e ricostruire digitalmente l’antica città di Velia, e sono estremamente curiosa di vedere quali saranno i risultati di questo meraviglioso progetto”.  

“Utilizzeremo Minecraft per stimolare la creatività dei ragazzi – conclude Marco Vigelini, CEO di Maker Camp srl – Si tratta di un vero e proprio laboratorio di educazione digitale, durante il quale riusciranno a riprodurre con l’ausilio della tecnologia, nello specifico un robot, mattoncino dopo mattoncino l’antica città di Velia”.  

Dopo la visita guidata nel Parco Archeologico, durante la quale i giovani partecipanti hanno potuto esplorare e raccogliere elementi utili al progetto, hanno incontrato nell’Acropoli, all’ombra della Torre di Velia, Sara Roversi, presidente del Future Food Institute; Tiziana D’Angelo, direttore del Parco Archeologico di Paestum-Velia; Marco Vigelini, CEO di Maker Camp srl ; Antonio Capaldo, Ceo di TrenDevice Spa; Francesco Lamacchia, Founder Dot Academy; Giorgio Ciardella, Cto di Farzati Spa. 

Oggi (sabato 23 luglio) e domenica (24 luglio), i giovani partecipanti lavoreranno al Castello dei Principi Capano di Pollica, guidati da Marco Vigelini, per posizionare i primi mattoncini della Velia digitale.  

L’iniziativa è stata resa possibile anche grazie al preziosissimo supporto di partner Infratel Italia, Trendevice, Campustore, Dot Academy, Farzati Tech Srl, Fondazione Italia Digitale, PA Social, IgersItalia, che supportano sostenendo borse di studio, tecnologie e competenze. https://paideiacampus.org/academy/ 

©Riproduzione riservata




A Cura di

Antonio Vuolo

Giornalista e comunicatore per passione e per professione da ormai oltre 10 anni, se non ho perso il conto. Il segreto? Avere dentro di sé sempre la stessa curiosità di un bambino. Mi appassionano i temi legati soprattutto alle questioni di attualità, allo sport, al territorio. Quando non sto con una penna in mano o una telecamera davanti, potete “trovarmi” in giro in qualche angolo del Cilento o del mondo, oppure più semplicemente in un bar a sorseggiare un calice di vino con gli amici.
Tutti gli articoli di Antonio Vuolo

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019