• Home
  • Comuni
  • Camerota
  • Il Premio Internazionale Nassiriya per la Pace: Sileri tra i premiati a Camerota | FOTO

Il Premio Internazionale Nassiriya per la Pace: Sileri tra i premiati a Camerota | FOTO

di Maria Emilia Cobucci

«Il Premio Internazionale Nassiriya per la Pace è il premio di chi vuole bene all’Italia». Queste le parole del giornalista Vincenzo Rubano, presidente dell’Associazione Elaia organizzatrice dell’importante manifestazione che ormai da «otto anni rende omaggio agli uomini e alle donne che hanno dato lustro all’ intera Nazione», aggiunge Rubano e che quest’anno era dedicata alla memoria dell’Ambasciatore Luca Attanasio, ucciso a febbraio in un agguato nella Repubblica Democratica del Congo.

Ieri la giornata conclusiva nella Chiesa di Sant’Alfonso a Marina di Camerota dove numerosi sono stati i premiati, a partire dal Sottosegretario di Stato alla Salute Pierpaolo Sileri che dopo aver elogiato l’intera manifestazione si è soffermato sulla figura di Attanasio. «Il mio pensiero va a all’ambasciatore Luca Attansio che rappresenta l’esempio più bello di questa Italia, sacrificarsi per gli altri non è un gesto comune».

A seguire numerosi sono stati gli ospiti insigniti dell’importante riconoscimento tra questi il vicepresidente della Regione Campania Fulvio Bonavitacola, il Vescovo di Locri-Gerace Monsignore Francresco Oliva, il presidente del Parco dei Nebrodi e vittima di un attentato Mafioso Giuseppe Antoci , ma anche i giornalisti Gerardo Antelmo, Vincenzo Nigro e Maria Luisa Cocozza per poi arrivare ai tre cani Igor, Luna e Flash protagonisti di diverse operazioni di salvataggio in mare la scorsa estate. Un parterre di ospiti che anche quest’anno ha reso omaggio all’Italia e ai valori della pace, della solidarietà e del’aiuto reciproco.

«Un premio che è dedicato a tutti coloro che quotidianamente si spendono per salvaguardare il nostro paese e la pace nel mondo – ha dichiarato il Procuratore Capo del Tribunale di Vallo della Lucania Antonio Ricci – Tutto questo ha un prezzo altissimo e noi siamo grati a tutti coloro che si sacrificano per noi». Un pensiero particolare da parte di tutti gli ospiti del Premio è andato all’ambasciatore Attanasio al cui ricordo era dedicata l’edizione di quest’anno. «Con Luca siamo stati qui l’anno scorso e fin da subito ci siamo sentiti a casa – ha dichiarato Zakia Seddiki, moglie dell’ambasciatore – Il legame che si è creato con questa terra continuerà in futuro e le nostre figlie potranno portare avanti tutto quella che è stato iniziato dal loro padre». Un Premio al quale hanno preso parte anche il Sindaco del Comune di Camerota Mario Salvatore Scarpitta, il Presidente del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni Tommaso Pellegrino, il vicepresidente della Provincia di Salerno Carmelo Stanziola, il Sindaco di Santa Marina Giovanni Fortunato e tutti i rappresentanti delle forze dell’ordine presenti sul territorio.

©Riproduzione riservata




A Cura di

Maria Emilia Cobucci

Giornalista per scelta ma anche per passione. Da sempre. Testarda e determinata come ogni cilentana che si rispetti. Amo raccontare il mio territorio, ricco di bellezze ma anche di tante storie che tutti dovrebbero conoscere.
Tutti gli articoli di Maria Emilia Cobucci

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019