Video Brumotti, il Parco del Cilento: «Quali 30mila euro? Noi pagati solo 5 mila»

4287
Infante viaggi

Il Parco nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, appresa la notizia pubblicata ieri dal Giornale del Cilento sui costi della realizzazione del video promozionale dal biker Vittorio Brumotti, intende precisare che, contrariamente a quanto scritto, lo spot è costato all’Ente Parco solo 5mila euro; la restante cifra, ovvero 25mila euro, è stata finanziata dal Ministero dell’Ambiente. Il finanziamento del Ministero al Parco nazionale del Cilento, si chiarisce, è stato concesso per il solo scopo di promozione, e in nessun modo utilizzabile per altre attività.

La determinata è stata pubblicata sull’albo pretorio del Parco nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, lo scorso 10 settembre 2019. Il direttore dell’ente Parco, Romano Gregorio, ha determina di «approvare la proposta della Eye di Brumotti V. & C. snc» «con sede in Boissano (Savona), per la realizzazione di un video promozionale del Cilento per l’importo di € 30.000,00». C’è da sottolineare, però, che di questo importo, 25.000 € provengono da un co-finanziamento concesso dal ministero dell’Ambiente e della Tutela del territorio e del Mare.

  • Petrolfer srl
  • Scait consulenza alle imprese

Vittorio Brumotti, volto noto di Striscia la notizia, è entrato dieci volte nel Guinness dei Primati grazie ad incredibili imprese sportive in sella alla sua mountain bike. Come inviato di Striscia la notizia partecipa attivamente alla lotta contro la criminalità denunciando apertamente (attraverso la televisione) diverse azioni criminali. Brumotti è da qualche giorno nel Cilento per le riprese dello spot. Ha tenuto una conferenza a palazzo Mainenti di Vallo della Lucania, sede del Parco, insieme alla sua troupe e al presidente del Parco, Tommaso Pellegrino (nella foto in alto). Lo sportivo ha girato già molte scene: da Celle di Bulgheria a Marina di Camerota, dalla Certosa di Padula al golfo di Policastro.

©Riproduzione riservata

  • Assicurazioni Assitur
  • Petrolfer srl