• Home
  • Attualità
  • Inaugura a Pollica la Paideia Digital Academy: giovani protagonista della transizione

Inaugura a Pollica la Paideia Digital Academy: giovani protagonista della transizione

di Antonio Vuolo

Nell’anno europeo dei giovani, il Comune di Pollica ed il Future Food Institute aggiungono un nuovo tassello alla visione sistemica Pollica 2050 con la Paideia Digital Academy, a sottolineare il ruolo imprescindibile delle nuove generazioni per, e nella costruzione, di un futuro migliore: più verde, più inclusivo e più digitale. 

Dal 18 al 24 Luglio, il Castello dei Principi Capano di Pollica, quest’estate sede del Paideia Campus, aprirà le sue porte ai giovani dai 6 ai 19 anni con un calendario di corsi che auspica un connubio tra digitalizzazione e attività all’aperto, oltre che rappresentare un luogo protetto favorevole all’innovazione e all’utilizzo consapevole delle tecnologie per l’attuazione della Transizione Ecologica: la Transizione Digitale diventa, così, elemento guida per lo sviluppo sostenibile. Un borgo medievale si trasforma in una vera e propria fabbrica di futuro.

«Per affrontare la transizione ecologica a cui siamo chiamati non possiamo più prescindere dall’affrontare quella digitale. Per contribuire a salvare il pianeta dall’emergenza climatica, serve cambiare stili di vita, allenare il pensiero sistemico, combinare scienza e cretività trovando soluzioni innovative concrete. La digital academy nasce per allenare i giovani del Cilento alle competenze digitali e nutrire la coscienza ecologica delle nuove generazioni. Ma non è un evento una tantum, il labotratorio sarà aperto anche nei mesi invernali ed offrirà ai giovani “makers” opportunità di formazione continua, e sarà un posto perfetto per dare sfogo alla creatività» dichiara Sara Roversi, Presidente Futire Food Institue e Paodeia Campus

«Opportunità, connessioni, servizi e competenze: questi sono gli ingredienti di cui hanno bisogno le aree marginali, affinché diventino fucine di innovazione e fabbriche di futuro” dichiara Stefano Pisani, Sindaco del Comune di Pollica”. Il divario digitale è solo la punta dell’iceberg di un’eredità che ha concentrato l’attenzione e lo sviluppo nei grandi centri urbani, lasciando le aree interne in una condizione di marginalità apparentemente solo geografica. Il digitale può e deve essere uno strumento che aiuta i giovani a disegnare il futuro in modo coerente con le proprie vocazioni, e che permette alle comunità di mantenere vivo un passato fatto di tradizioni, relazioni ed identità territoriali, esaltandole e proiettandole verso un avvenire rurale ed abitato. Questo è il motivo per cui abbiamo voluto fortemente la nascita della digital academy a Pollica» aggiunge il sindaco di Pollica, Stefano Pisani.


«Siamo molto lieti di aver potuto collaborare con il Future Food Institute ed il Comune di Pollica per il lancio di questa Digital Academy. Il futuro delle giovani generazioni è legato a doppio filo all’istruzione, inclusa quella digitale. Con questo obiettivo abbiamo messo a disposizione i nostri corsi online che, uniti agli altri materiali disponibili, aiuteranno molti ragazzi di Pollica e dei paesi vicini a migliorare le loro conoscenze. Il futuro del lavoro e delle nuove opportunità di creazione di imprese passerà anche da un utilizzo più consapevole dei mezzi digitali» dichiara Antonio Capaldo, fondatore di Trendvice.

©Riproduzione riservata




A Cura di

Antonio Vuolo

Giornalista e comunicatore per passione e per professione da ormai oltre 10 anni, se non ho perso il conto. Il segreto? Avere dentro di sé sempre la stessa curiosità di un bambino. Mi appassionano i temi legati soprattutto alle questioni di attualità, allo sport, al territorio. Quando non sto con una penna in mano o una telecamera davanti, potete “trovarmi” in giro in qualche angolo del Cilento o del mondo, oppure più semplicemente in un bar a sorseggiare un calice di vino con gli amici.
Tutti gli articoli di Antonio Vuolo

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019