Offerta 2023

Ischia, la solidarietà della politica salernitana

| di
Ischia, la solidarietà della politica salernitana

Vicinanza alla popolazione di Ischia. La politica salernitana tende la mano all’isola campana travolta dall’alluvione. «Dolore e vicinanza alle famiglie e alle comunità colpite dall’alluvione ad Ischia. Le notizie e le immagini provenienti da Casamicciola sono drammatiche. – spiega in una nota, Piero De Luca, vice capogruppo Dem alla Camera dei Deputati. – Seguiamo con grande preoccupazione le ricerche dei numerosi dispersi. Abitazioni ed edifici sono stati travolti da fango e detriti: un’enorme tragedia. Ancora una volta ci troviamo di fronte a una catastrofe che ci pone la necessità improcrastinabile di avviare un piano straordinario per mettere in sicurezza il nostro territorio così fragile. Un sentito ringraziamento a quanti, soccorritori, protezione civile, vigili del fuoco e forze dell’ordine, stanno lavorando incessantemente per rintracciare i dispersi e assistere la popolazione colpita».

«Si lavori seriamente sulla messa in sicurezza dei territori»

«L’enorme tragedia che ha colpito Casamicciola ci segna profondamente. Siamo vicini ai familiari delle vittime, agli sfollati, alle comunità colpite e ringraziamo i soccorritori, determinanti in queste ore. Quanto accaduto, purtroppo, non è il primo evento drammatico che investe l’isola d’Ischia ed evidenzia il fallimento delle politiche messe in campo fino ad oggi sulla prevenzione del dissesto idrogeologico», dichiarano i consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle Michele Cammarano, Vincenzo Ciampi e Gennaro Saiello. «La tutela del territorio non può continuare ad essere solo uno slogan mentre si propongono norme che favoriscono il consumo di suolo e non la sua manutenzione. Una seria riflessione andrebbe fatta anche sulla legge regionale sulla semplificazione urbanistica, già bocciata dal Governo e a rischio incostituzionalità. La priorità – concludono – deve essere una e chiara a tutti: mettere in sicurezza i territori per salvaguardare i cittadini della nostra regione».

La tragedia

Un fiume di fango e detriti ha colpito intorno alle 5 del 26 novembre, Casamicciola, comune dell’Isola di Ischia, causando la morte di una donna. Sono ancora 11 i dispersi e 13 i feriti, di cui uno in condizioni “un po’ più gravi”. Ingentissimi i danni. La frana è venuta giù dal monte Epomeo, alle spalle della frazione dell’isola, così come avvenuto nel novembre del 2009, e ha trascinato massi e detriti che hanno causato il crollo di almeno 10 edifici. Sono circa 30 i nuclei familiari isolati, in totale 100 persone che devono essere ancora raggiunte e che sono senza acqua e luce. La strada che porta alle loro abitazioni è attualmente impraticabile per il fango. (Fonte: Ansa)



©Riproduzione riservata
×