• Home
  • Eventi
  • La storia di Angelo Vassallo non si ferma: a Napoli la presentazione del libro ‘La verità negata’

La storia di Angelo Vassallo non si ferma: a Napoli la presentazione del libro ‘La verità negata’

di Antonio Vuolo

Oggi alle ore 17.30 Vincenzo Iurillo, giornalista de Il Fatto Quotidiano, e Dario Vassallo, fratello del sindaco “pescatore” Angelo Vassallo ucciso a Pollica, il 5 settembre del 2010, presenteranno alla Fondazione Premio Napoli il libro “La verità negata” (ed. PaperFirst). Con loro, a raccontare e sciogliere i nodi della storia giudiziaria e non, di un omicidio che ha sconvolto la Campania e l’Italia intera, ci saranno Federico Cafiero De Raho, Procuratore Nazionale Antimafia, e Paolo Siani, parlamentare italiano e fratello di Giancarlo Siani. Introduce e modera il presidente della Fondazione Premio Napoli, Domenico Ciruzzi. Tutto comincia il 5 settembre del 2010, quando nove colpi di pistola raggiungono Angelo Vassallo, sindaco di Pollica. Un uomo colto e di umili origini, che aveva saputo trasformare un piccolo comune della Campania, logorato dagli interessi della malavita locale, in un esempio di civiltà per il mondo. Come spesso accade, chi persegue la giustizia viene lasciato solo, diventando un facile bersaglio della criminalità organizzata.

“Legalità e Ambiente sono due cardine sui quali costruire una nuova Società e una nuova economia” diceva con coraggio il “sindaco pescatore”. Una battaglia che per fortuna non è morta con lui, come i mandanti dell’omicidio evidentemente speravano: da anni è portata avanti dai fratelli Dario e Massimo Vassallo attraverso la Fondazione dedicata proprio al Sindaco Pescatore. Nel libro Dario Vassallo scrive: “Vincere non è certo cambiare il Paese, non tocca a noi farlo, ma con la nostra azione siamo riusciti ad arrivare alla coscienza di milioni di italiani e, attraverso questa grande onda di legalità, arriveremo a chi ha ucciso Angelo. Vinceremo.”

©Riproduzione riservata




A Cura di

Antonio Vuolo

Giornalista e comunicatore per passione e per professione da ormai oltre 10 anni, se non ho perso il conto. Il segreto? Avere dentro di sé sempre la stessa curiosità di un bambino. Mi appassionano i temi legati soprattutto alle questioni di attualità, allo sport, al territorio. Quando non sto con una penna in mano o una telecamera davanti, potete “trovarmi” in giro in qualche angolo del Cilento o del mondo, oppure più semplicemente in un bar a sorseggiare un calice di vino con gli amici.
Tutti gli articoli di Antonio Vuolo

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019