La tartaruga Caretta caretta recuperata a Palinuro ora è al centro “A. Dohrn” per le cure

Infante viaggi

Segnalata nel  pomeriggio di ieri  al numero di reperibilità del centro ed alla sezione Enpa di Salerno, da persone che l’hanno vista sulla battigia e, inizialmente recuperata dalla Capitaneria di Porto di Palinuro, la Caretta caretta è stata poi presa in carico dai volontari di Eso es Palinuro e della protezione animali di Salerno. Questi ultimi si sono organizzati con una staffetta dal Cilento a Portici per salvare la vita ad un animale che sta purtroppo scomparendo dai nostri mari. La popolazione di Caretta caretta infatti sta subendo un declino a causa dell’inquinamento, delle reti e per gli impatti con i natanti.

La tartaruga è arrivata in tempi brevissimi al “Dohrn” dove la attendevano i medici del centro per le prime cure ed esami. Questo lieto evento è purtroppo accompagnato dalla segnalazione di due casi di tartarughe marine morte rinvenute morte a Castellamare di Stabia ed a Licola. «Ci auguriamo che questo salvataggio possa essere di buon augurio per la campagna di monitoraggio che inizierà la prossima settimana e che si prefigge di pattugliare le coste campane alla ricerca di nidificazioni di tartarughe marine ed inoltre si unirà ai volontari che stanno già monitorando le nidificazioni di Fratino e Corriere piccolo», spiegano.

I numeri da contattare, in caso di rinvenimento di tracce o esemplari di tartarughe marine i numeri sono 1530 per la Capitaneria di Porto ed il 3346424670 per il centro A. Dohrn, per nidi o esemplari di Fratino e Corriere piccolo il numero è il 3395410048.

  • Vea ricambi Bellizzi

©Riproduzione riservata

  • Vea ricambi Bellizzi
  • Lido Urlamare Palinuro
  • assicurazioni assitur
  • Lido La Torre Palinuro