La grillina Giordano: «Asl Salerno, atto aziendale illegittimo perché figlio di una legge deluchiana incostituzionale»

Infante viaggi

«L’atto aziendale dell’Asl di Salerno è il simbolo dell’illegittimità che da un paio di anni vige in Campania, dove al governatore De Luca è permesso di legiferare anche contro lo Stato». Così in una nota Silvia Giordano, parlamentare del Movimento cinque Stelle in relazione alla bozza dell’Asl Salerno che prevede chiusure e penalizzazioni nella sanità campana. «La sanità in Campania viola tutte le regole della Riforma Madia, a cominciare dalla nomina dei direttori generali per finire al piano ospedaliero regionale e ai singoli atti aziendali che ne derivano. E la bozza di piano dell’Asl, messa a punto da un direttore nominato in contrapposizione ai criteri stabiliti dalla Legge Madia, è l’esempio di come in Campania esista solo la Legge De Luca. – continua la politica –  Il M5S ha chiesto più volte alla Presidenza del Consiglio dei Ministri di impugnare la legge regionale della Campania sulla nomina dei direttori generali in sanità, ma Renzi ha dimostrato ancora una volta come sia semplice barattare il sostegno alla campagna referendaria con le richieste illegittime e incostituzionali dell’ex sindaco di Salerno». E conclude: «Il premier rottamatore ha lasciato così che in Campania la sanità venisse gestita a piene mani da chi di Salerno ha fatto una città clientelare e cementificata. Prima era De Mita a dettare legge. Oggi c’è De Luca, ma la musica non cambia: chiudono i reparti e si favoriscono le case di cura private».

  • Vea ricambi Bellizzi

©Riproduzione riservata

  • Lido La Torre Palinuro
  • Vea ricambi Bellizzi
  • assicurazioni assitur
  • Lido Urlamare Palinuro