L’annuncio della Provincia: «Fondovalle Calore apre al traffico entro l’estate»

«È bene precisare che i lavori non sono affatto fermi, ma rallentati dal maltempo, infatti voglio ricordare agli smemorati che da mesi le piogge incessanti flagellano il nostro territorio con allagamenti e smottamenti ovunque, non permettendoci di continuare le lavorazioni programmate». Lo dice il presidente della Provincia Michele Strianese. A Palazzo Sant’Agostino si è tenuto l’incontro relativo ai lavori per la realizzazione della strada Fondovalle del Calore salernitano di collegamento tra il sistema urbano di Vallo della Lucania-Cilento per agglomerati industriali della Valle del Sele – 1° Stralcio. All’incontro hanno partecipato Strianese, il consigliere provinciale delegato alla Viabilità Antonio Rescigno, il consigliere provinciale Giuseppe Ruberto, il vicesindaco di Aquara Vincenzo Luciano e il dirigente provinciale del settore Viabilità e Trasporti Domenico Ranesi.  

«I lavori sono in corso e restano 300 metri alla conclusione. Si tratta però di movimenti di terra che è impossibile fare con la pioggia, sarebbe troppo pericoloso. – ha aggiunto Strianese – Dobbiamo aspettare che asciughi bene il terreno e poi possiamo procedere. Condizioni meteorologiche permettendo, contiamo di proseguire a ritmi pieni per fine primavera, inizio estate. Entro l’estate apriamo al traffico».

L’intervento va dalla progressiva PK 12+140 (Comune di Castelcivita, poco distante dalle Grotte) alla progressiva PK 16+085 (loc. Mainardi del Comune di Aquara), per 3.945 km complessivi.

«Su questo lotto abbiamo seguito le polemiche strumentali che per decenni hanno accompagnato la Provincia di Salerno, dal mio arrivo a questo Ente come Presidente ho voluto imprimere un percorso ben preciso sui lavori della Fondovalle Calore, è un’arteria di grande importanza e per l’estate prossima finalmente sarà aperta al traffico», ha concluso Strianese.

©Riproduzione riservata