Latte made in Italy, nessuno lo acquista: nel Cilento il prezzo crolla. Allevatori: «E’ una vergogna»

0
19

Il prezzo del latte prodotto in Italia scende sempre più in basso e la colpa è di chi acquista «l’oro bianco» all’estero. Gli allevatori non sanno più che pesci prendere e la Coldiretti, intanto, si fa promotrice di manifestazione per promuovere il prodotto nostrano. C’è chi minaccia di utilizzare il latte per annaffiare i campi, piuttosto che svenderlo. C’è chi invece, come un imprenditore di Altavilla Silentina nel Cilento, scrive alle redazioni giornalistiche per segnalare lo stato di crisi in cui riversa la filiera. «Sarò costretto a vendere tutti i capi di bestiame e a cambiare mestiere – rivela il giovane allevatore – sono cresciuto con la grande passione per le mucche e ora sono costretto a dover chiudere l’azienda e a vendere circa 200 bovini». E’ sul lastrico, come lo sono molti suoi colleghi sparsi per l’Italia. Il prezzo del latte, attualmente, viene pagato in stalla a 38 centesimi al litro. «Con  questo prezzo non si riesce nemmeno a sopravvivere – conclude disperato – mentre nei negozi il latte fresco si vende intorno ad 1 euro e 40 centesimi».

©Riproduzione riservata

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here