• Home
  • Ambiente
  • Le praterie di Posidonia oceanica, il corso a Pioppi per universitari e appassionati

Le praterie di Posidonia oceanica, il corso a Pioppi per universitari e appassionati

di Antonio Vuolo

Le praterie di Posidonia oceanica un patrimonio ambientale dal valore inestimabile. Per questo il Museo Vivo del Mare di Pioppi e dalla Stazione Zoologica Anton Dohrn di Napoli, hanno organizzato un corso dal titolo “Studio e monitoraggio delle praterie di Posidonia oceanica”, che prevede lezioni frontali, attività di campo (immersioni subacquee) ed attività di laboratorio.

La durata sarà di 5 giorni (dal lunedì al venerdì) e si terrà nel Cilento presso il Museo Vivo del Mare “MUSea” che ha sede al Palazzo Vinciprova di Pioppi, frazione di Pollica, mentre le attività di campo (immersioni subacquee) saranno effettuate nell’Area a Tutela “la Punta” di Pioppi, nel Parco nazionale del Cilento, Vallo di Diano e degli Alburni. Il corso, diretto da Luigi Valiante, direttore scientifico del Museo Vivo del Mare di Pioppi, prevede la partecipazione di docenti universitari, ricercatori e l’assistenza di personale tecnico-scientifico.

«Ha carattere teorico-pratico ed è rivolto prevalentemente a studenti universitari e laureati, ma è aperto a tutti coloro i quali siano dotati di una adeguata formazione naturalistica e vogliano acquisire le conoscenze necessarie per svolgere indagini sulle praterie di Posidonia oceanica: – spiegano – dalla stesura del piano di campionamento a tutte le attività di campo a mare, dalle analisi di laboratorio alle attività di elaborazione statistica dei dati. Il corso prevede lezioni frontali, attività di laboratorio ed attività in campo. Le attività di laboratorio e di aula si svolgono interamente nelle sale attrezzate del Museo Vivo del Mare di Pioppi; le attività di campo, invece, prevedono immersioni subacquee sulla prateria di Posidonia oceanica nell’Area a Tutela “La Punta”, ubicata tra le marine di Pioppi ed Acciaroli».

©Riproduzione riservata




A Cura di

Antonio Vuolo

Giornalista e comunicatore per passione e per professione da ormai oltre 10 anni, se non ho perso il conto. Il segreto? Avere dentro di sé sempre la stessa curiosità di un bambino. Mi appassionano i temi legati soprattutto alle questioni di attualità, allo sport, al territorio. Quando non sto con una penna in mano o una telecamera davanti, potete “trovarmi” in giro in qualche angolo del Cilento o del mondo, oppure più semplicemente in un bar a sorseggiare un calice di vino con gli amici.
Tutti gli articoli di Antonio Vuolo

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019