• Home
  • Politica
  • Comitato Sviluppo Cilento chiede una svolta concreta per il Parco

Comitato Sviluppo Cilento chiede una svolta concreta per il Parco

di Redazione

Riceviamo e pubblichiamo una lettera aperta inviata dal Comitato "Sviluppo Cilento" a Cirielli e Caldoro "per aprire una riflessione-dibattito su un più serio impegno per l’area Parco". Il documento è stato sottoscritto "pienamente" pure dal Consiglio Comunale di Stio.


OGGETTO: LETTERA – RIFLESSIONE ai Sindaci del CILENTO e VALLO di DIANO E AL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA di SALERNO, PER UNA NUOVA SENSIBILITA’ AMMINISTRATIVA alla LUCE del " nascente " FEDERALISMO
Ai NUOVI CONSIGLIERI REGIONALI della CAMPANIA ed al PRESIDENTE On. Stefano Caldoro
Di Enrico Trotta

Gentili Signori SINDACI
Gentile PRESIDENTE della PROVINCIA di SALERNO
Gentile GOVERNATORE della CAMPANIA , On CAldoro
AI NEO CONSIGLIERI REGIONALI___________________________
L’area del Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano vive da decenni una situazione da " Figli di un Dio Minore ". Solo che quello di Randa Haines del 1986 è un film tratto dall’opera teatrale del 1980 "Children of a lesser God " di Mark Medoff….Ma il CILENTO E’ INVECE UNA REALTA’ VIVA . Il Cilento è come la sordomuta del film, Sarah Norman, con un carattere difficile ma una personalità eccezionale che non cerca pietà, ma vuole essere capita, essere valorizzata, ma con addosso sempre la paura di non farcela !
Il parallelismo "fiction" – "realtà " è importante per sviluppare una seria riflessione sulla "regione" Cilento. Tutti insieme dobbiamo comprendere che quest’area della provincia di Salerno ha bisogno innanzitutto di SVILUPPARE UNA PIU’ SENSIBILE CLASSE AMMINISTRATIVA, MODERNA, EUROPEA, RESPONSABILE, CORAGGIOSA.
Non è possibile vedere dai livelli municipalistici amministratori egoisti e paurosi e a volte non a conoscenza delle grandi opportunità che offrono REALMENTE I FONDI EUROPEI ED I BANDI PROMOSSI DA PROVINCIA e REGIONE. Dunque già da questo "Primo livello " Istituzionale bisogna essere più SENSIBILI e PREPARATI ed essere vicino alla propria gente, il proprio Popolo. Non in maniera DEMAGOGICA MA CON IL PRAGMATISMO di chi vuole davvero bene alla propria terra !
Allora più Progetti finanziabili e da cantierizzare nel Cilento e Vallo di Diano : migliorare STRADE PROVINCIALi e REGIONALI, SERVIZI, MIGLIORE SANITA’ e ASSISTENZA A GIOVANI e ANZIANI, POLITICHE DI MARKETING TURISTICO SERIO….non solo vetrine in grandi fiere internazionali, ma EDUCAZIONE PRIMARIA AL TURISMO AGLI OPERATORI sul territorio….se i Bed & Breakfast non sono ben organizzati e gestiti, se il comparto ristorazione non ha operatori formati, se i PRODOTTI TIPICI deL TERRITORIO NON SONO BEN VEICOLATI e PROMOZIONATI ( CACIOCAVALLI, SALUMI, PRODOTTI ORTOFRUTTICOLI, VINI, etc )….NON POSSIAMO AVERE LA PRESUNZIONE DI " FARE TURISMO".
Dunque superare con coraggio certe sacche di ARRETRATEZZA CULTURALE, AMMINISTRATIVA-POLITICA, MAGGIORE COINVOLGIMENTO DEL POPOLO e DELLE CLASSI ARTIGIANALI e PRODUTTIVE e del COMMERCIO e del TURISMO e del TERZIARIO AVANZATO nel dibattito e nel gioco di squadra !
Quale Campionato vogliamo vincere con il "NEO NATO FEDERALISMO" e come vogliamo colmare il tanto retorico e decentato " Divario NORD – SUD " se qui andiamo ancora a traino di polemicucce tra " Guelfi e Ghibellini " nei nostri Paesi o dietro clientelismo di basso livello….quello delle briciole…." Signor Sindaco, mi serve la recinzione sotto casa…." "Signor Sindaco mi fa avere il contributo per la SAGRA….? …."
Dobbiamo sviluppare PROGETTI SUL LAVORO GUARDANDO ALTO, SULLA SICUREZZA GUARDANDO ALL’EUROPA, sull’ Ambiente, sulla VERA RACCOLTA differenziata dei rifiuti CHE PRODUCA RICCHEZZA, sulla " FILIERA" AGRICOLA come nel VENETO….e non imbrogliando sulla produzione di Olio per prendere i contributi…MA PRODURRE ED ESPORTARE SERIAMENTE, ad ESEMPIO, L’OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA del CILENTO….DOP….Sviluppare davvero AGRITURISMO OSPITALI ED ORGANIZZATI come in TOSCANA…
Solo così salveremo il CILENTO e VALLO di DIANO dalla MORTE, dal DIVARIO NORD – SUD.
Ogni AMMINISTRAZIONE PERO’ DEVE FARE SERIAMENTE LA SUA PARTE: L’Onorevole CIRIELLI, L’ON. CALDORO, i SINDACI del TERRITORIO !

CON STIMA – Il Relatore
Enrico Trotta – Resp. Comitato Sviluppo Cilento

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019