Liquidi «sospetti» nel Tanagro, tecnici specializzati ripuliscono tutto ma ora è caccia ai responsabili

Materiale oleoso riversato in un canale nei pressi del fiume Tanagro. Questo è ciò che è capitato a Sant’Arsenio, nel Vallo di Diano, dove nei giorni scorsi ignoti hanno sversato ingenti quantità di liquidi inquinanti. Il disastro ambientale è stato fortunatamente scongiurato, oltre che dal tempestivo intervento di una ditta specializzata, che ha provveduto a ripulire ed a eliminare ogni traccia inquinante dell’idrocarburo, anche dal fatto che in questo periodo il canale è quasi prosciugato e quindi non capace di riversare materiale ed oli nel corso d’acqua principale. Le indagini sono in corso e gli inquirenti stanno aspettando l’analisi dei campioni prelevati sul posto per poter svolgere ulteriori accertamenti. Più di una pista da seguire, è quello che emerge da indiscrezioni. Tre e 5 mila euro, è invece quanto speso dai due comuni interessati, Sant’Arsenio e San Pietro al Tanagro, per ripristinare totalmente il canale ‘Secchio’. L’ingegnere Palladino, del comune di Polla, la sera del ritrovamento, ha svolto i dovuti accertamentiper accertare se lungo il corso del fiume ci fossero tracce del materiale oleoso ma così non è stato, il fiume è stato ripulito e non ci sarebbero pericoli.

©Riproduzione riservata