Lite familiare a Castellabate: 39enne ferita dall’ex suocero mentre va dai figli

di Redazione

di Antonio Vuolo

Toccherà ai carabinieri, coordinati territorialmente dal capitano Fabiola Garello, fare piena su quanto accaduto nell’abitazione situata nella frazione Alano a Castellabate dove sabato sera si è consumata una lite familiare. Ad avere la peggio è stata una 39enne del posto che sarebbe stata ferita dall’ex suocero. E’ quanto la donna ha denunciato ai carabinieri della stazione di Santa Maria di Castellabate. Tre i giorni di prognosi per una lesione cagionatagli a una mano dal suocero, nel tentativo di impossessarsi delle chiavi della casa coniugale, dove la donna si era recata per incontrare i figli, visto che da qualche mese non vive più lì, essendo in fase di separazione

I fatti denunciati
La 39enne, dopo essersi accordata verbalmente con il marito, con cui è in fase di separazione, aveva deciso di incontrare i figli, che vivono attualmente nel tetto coniugale, di proprietà dell’uomo. Ma le cose si sono complicate subito con l’uomo che, stando sempre alla querela presentata dalla donna, avrebbe pronunciato parole minacciose nei confronti della 39enne, fino a negargli anche il mantenimento. La situazione è degenerata però quando la donna stava per andare via poiché è sopraggiunto il suocero, che abita praticamente nello stesso stabile, dicendole di consegnare le chiavi dell’abitazione. Proprio nel tentativo di impossessarsi delle chiavi, il suocero ha causato la lesione a un dito della mano della donna, che è riuscita però a chiudere il portone alle spalle dell’uomo e a chiedere aiuto. A questo punto, è rientrato anche il marito, minacciando verbalmente la donna, che è riuscita poi ad andare via per recarsi al pronto soccorso dell’ospedale di Agropoli e a presentare denuncia presso la caserma dei carabinieri di Santa Maria. Sul caso, ovviamente, saranno i militari dell’Arma a fare luce.

Stando al racconto della donna, difesa dall’avvocato Giovanni Basile, minacce anche da parte del marito. La donna ha denunciato in passato anche il marito per episodi simili, salvo poi rimettere le querele, di comune accordo, al fine di salvaguardare anche i figli, due minori. Mai la situazione è degenerata, com’è accaduto nel weekend appena trascorso.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019