L’orto e i profumi del mare: Peppe Guida al timone della cucina dell’hotel Saline

833

di Marianna Vallone

Una cosa positiva di questa pandemia c’è. E’ quella di far tirar fuori il coniglio dal cilindro ai veri prestigiatori. Che nell’attesa di una ripartenza, che sia tale, spremono le meningi e vedono la luce in fondo al tunnel, senza brancolare nel buio. E’ il caso del gruppo Acampora che per la ripartenza ha voluto uno degli chef stellati più apprezzati.

Uno chef che ha saputo mantenere un legame fortissimo con la terra e il mare, partendo da una materia prima selezionata attraverso una filiera fatta di contadini, pescatori e produttori.  E’ questo il motore dei progetti dello chef Peppe Guida, ora al timone della cucina dell’Hotel Saline di Palinuro, che da quel piatto di pasta e fagioli che preparò, giovanissimo, nel ristorante dove lavorava per aiutare un amico, ha collezionato saperi e sapori che hanno tracciato la sua strada. Fino a raggiungere uno dei suoi traguardi più importanti, arrivato nel 2007, con la stella Michelin. Pur restando saldamente ancorato ai sapori semplici della tradizione della sua Penisola Sorrentina.

Sguardo sincero, sorriso alla portata. Peppe guida è un cuoco d’altri tempi. Lo chef stellato di Vico Equense approda all’hotel Saline di Palinuro portando nel panorama gastronomico cilentano i colori e l’entusiasmo della cucina campana sorvegliata dal Vesuvio. In questa struttura magnifica con vista sul mare del Cilento, proporrà la sua cucina tipica dell’orto di mare, puntando ad esaltare i sapori della Dieta Mediterranea, che ha radici proprio in questa terra.

©Riproduzione riservata