L’Unione degli studenti del Vallo di Diano cerca casa: l’appello è social

Infante viaggi

di Pasquale Sorrentino

Appello social lanciato dall’Unione degli Studenti del Vallo di Diano. Ragazze e ragazzi di vari paesi del Vallo di Diano, senza alcuna sede, senza appoggio di associazioni territoriali, sindacati, comuni hanno cominciato a vedersi, confrontarsi, discutere e cercare di impegnarsi ed affrontare le problematiche che riguardano il mondo dei giovani del Vallo di Diano ma hanno bisogno di un luogo, un punto di base.

«Eravamo, e siamo soli», hanno scritto sulla pagina social dell’associazione dalla quale lanciano un appello alla comunità tutta del Vallo di Diano affinché vengano aiutati a trovare uno spazio che permetta loro di potersi incontrare e confrontare. «Nonostante – scrivono – la nostra inesistente o quasi disponibilità economica, non abbiamo nessuna pretesa, che sia un garage, un magazzino o un prefabbricato non ci interessa». Le ragazze e i ragazzi dell’Unione degli Studenti Vallo di Diano non vogliono mollare, nonostante le difficoltà e desiderano continuare ad occuparsi di disagi e problematiche troppo insistenti nel territorio: «Dai trasporti – denunciano – perché spostarsi da un paese del Vallo di Diano all’altro è letteralmente un’impresa. Viviamo in un territorio connesso male con l’esterno e disconnesso all’interno Ad aggravare la situazione, è giunto un momento di emergenza sanitaria che ci rende ancora più impossibilitati in tante delle nostre attività. Ci basta un tetto, perché l’inverno è alle porte e con esso altri infiniti disagi».

©Riproduzione riservata

  • assicurazioni assitur
  • Lido Urlamare Palinuro
  • assicurazioni assitur
  • Lido La Torre Palinuro