Pioggia e vento. Danni nel cilento

di Luigi Martino

Vigili del fuoco e forze dell’ordine attive nella notte nel cilento per rimediare ai problemi creati dal maltempo e in particolare dal forte vento che ha imperversato sul territorio e in particolarmodo sui comuni costieri. Ad Agropoli si segnala un albero abbattuto dalle raffiche di vento che è caduto sulla strada causando anche problemi alla circolazione. Situazione più grave a Paestum dove un fulmine ha colpito degli arbusti che hanno preso fuoco. Per fortuna nella zona non transitava nessuno, ma le fiamme hanno rischiato di estendersi fino ad un ristorante vicino. Problemi per grossi rami d’alberi spezzati anche a Castellabate e Casalvelino. Secondo i metereologi, la perturbazione che si è abbattuta sulla regione proseguirà almeno fino a martedì.

Tanti i disagi anche nel golfo di Policastro: all’altezza del campo sportivo di Policastro-Bussentino, la pioggia e il fango hanno creato un vero e proprio laghetto artificiale, in modo da mettere in difficoltà le tante automobili di passaggio. Nella mattinata sono dovuti intervenire gli uomini della protezione civile e i vigili del fuoco, per deviare il corso d’acqua nelle terre circostanti. E’ troppa la difficoltà di alcune persone nel comprendere tutto questo, il giornaledelcilento.it ha raccolto alcune testimonianze riguardo al mal tempo che si sta abbattendo in questi giorni su tutta la costa cilentana. Rivelano alcuni turisti sconcertati:"Sono anni che veniamo in villeggiatura nel cilento, ma cose del genere non le ricordo. Capisco la pioggierellina di giugno che ogni tanto rinfresca un po’, ma oggi fa proprio freddo e sembra che l’acqua viene giù con i secchi". Spaventati altri turisti affermano:"Sarà vera la tesi sul vulcano che cambia le correnti? Io a dire la verità ho un po’ di paura".

©Riproduzione riservata




A Cura di

Luigi Martino

Fagocito storie miste a facce intrise di granelli di vissuto. Non ho sangue, dentro scorre mare. Assumo pillole di tradizioni e m’incanto di fronte a occhi nuovi. Porto sul groppone il peso perenne di confezionare sempre cose belle. Litigo spesso con i pulsanti della mia Nikon e sono alla continua ricerca di «enciclopedie che camminano». Mentre corro dal mare alle colline del Cilento, sotto al braccio destro ho un Mac; sotto all’altro, invece, un quintale d’umiltà. A caccia di traguardi che si rinnovano in modo perpetuo, colleziono tramonti, ingurgito libri e immagazzino abbracci senza essere sfiorato. Giornalista per professione, video-fotoreporter per ossessione, racconto storie per necessità. Giornalista per professione. Fotografo per passione. Racconto storie per necessità.
Tutti gli articoli di Luigi Martino

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019